Avviso ai cinefili dopo la serie di incontri dedicati al futurismo, il Museo Hermann Nitsch ospita “Avanguardie a confronto”, rassegna cinematografica a cura di Mario Franco, dedicata ai punti di riferimento del cinema sperimentale. Si parte oggi, 2 aprile ore 20.00 e si prosegue tutti i gioved fino al 25 giugno.
“Se la storia del cinema industriale parla soprattutto di narrativa, c’è un binario parallelo, quello del cinema d’avanguardia, in cui la sperimentazione dell’immagine e del linguaggio è posta in primo piano rispetto allo svolgersi di una trama” Franco introduce cos il tema della rassegna, un excursus per immagini delle produzioni d’avanguardia europea e americana ma anche canadese, giapponese e russa, dagli anni 20 fino ai ’60 e alla nascita del cinema underground.
Un confronto che descrive principalmente una differenza temporale “se in Francia i primi film d’avanguardia compaiono negli anni ’20, soprattutto con Jean Epstein, – spiega il curatore – in America bisogna aspettare gli anni ’40 e cos via per il resto del mondo”.
Non a caso in quella manciata di decenni sono esplosi movimenti artistici intensi come il futurismo, il dadaismo, il costruttivismo, il cubismo, che si sono poi diffusi e manifestati in tutte le espressioni artistiche dall’architettura all’arte figurativa, dalla prosa alla poesia passando naturalmente per il cinema.
Cosa succede oggi, chi ha preso in consegna il testimone della sperimentazione? “Registi come Tarantino, Cronenberg e Lynch hanno in qualche misura assorbito e fatto proprie le avanguardie. In Italia i casi sono molto pochi, oggi non c’è un vero e proprio cinema sperimentale, in compenso si fa molta ricerca nell’ambito della video arte e computer arte“.
Il programma è denso e ben strutturato e poco importa se le proiezioni sono ospitate in una sala conferenze adattata alla meglio in citt  le occasioni per scoprire un certo cinema si contano sulle dita di una mano e sono dunque da afferrare al volo.
Il primo appuntamento vede in scaletta i film francesi Anmic Cinma di Marcel Duchamp e La glace   trois faces di Jean Epstein e quelli americani Autumn Fire di Hermann G. Weinberg, H2O di Ralf Steiner e Lot in Sodom di James Sibley Watson.

“Avanguardie a confronto”
Tutti i gioved dal 2 aprile al 25 giugno
Ingresso singolo 5 euro; abbonamento 40 euro
Museo Hermann Nitsch
Vico Lungo Pontecorvo 29d
Info e programma www.fondazionemorra.org; tel. 0815641655

In alto un’immagine da “Anmic Cinma”, in basso due stralci da “La glace   trois rois”