«Sono nato nero e sono nato a Miano, suono il sax tenore e soprano, lo suono a met  strada tra Napoli e il Bronx, studio John Coltrane dalla mattina alla sera, sono innamorato di Miles Davis, dei Weather Report e in più ho sempre creato istintivamente, cercando di trovare un mio personale linguaggio, non copiando mai da nessuno… il mio sax porta le cicatrici della gioia e del dolore della vita». Cos si presenta James Senese (foto) dopo il concerto di venerd 4 al Dejavu di Pozzuoli con il gruppo Napoli centrale, preparandosi all’evento di domenica 6 dicembre, alle 17.30 nell’anfiteatro romano per la rassegna ClanioinArte ad Avella. Ingresso gratuito.

Sar  l’occasione per apprezzare uno dei maggiori rappresentanti del neapolitan power accompagnato dai musicisti di Napoli Centrale un anno eccezionale per la band e il suo fondatore, il 2015, con 100 concerti circa in tutta Italia, un film in preparazione e il nuovo album che uscir  nella primavera 2016 (ala bianca/warner).
«Credo che con James Senese e Napoli Centrale ad ingresso gratuito all’anfiteatro romano afferma il sindaco Domenico Biancardi abbiamo dimostrato ancora una volta la voglia e la determinazione di questa amministrazione nel voler far conoscere sempre più il patrimonio archeologico di Avella. E in questo il progetto ClanioinArte offre un contributo importante Avella sta diventando un riferimento a livello regionale. Il nostro paese è sempre più sinonimo di storia, beni culturali, sapori e arte in tutte le sue forme».

E per tutti coloro che verranno da fuori la possibilit  a fine concerto di andare nel centro storico di Avella dove saranno allestiti da sabato 5 a marted 8 i mercatini di Natale, la mostra dei presepi, il presepe vivente, la festa del libro e tante altre iniziative.