Cleopatra d’e funtanelle" di Fortunato Calvino. Stasera al Penguin Caf, in anteprima, alle 21. Al monologo d  vita Antonella Morea con video di Paolo Foti e musiche di Paolo Coletta. Coordina, Claudio Finelli. Interviene, Mariano D’Amora. Per la serata Pride time 2013, appuntamento con “L’inedito”.

Cleopatra è icona che appartiene più al passato che al presente; ha ruolo di archetipo; interpreta il disagio, incarna l’ umanit  di una Napoli citt  di ieri e di oggi e si propone come memoria storica del suo quartiere la Sanit . "Cleopatra" ha una funzione affabulatoria, incanta con i suoi racconti sempre inediti e particolari; si perde tra ricordi, fatti, leggende; figure della nostra citt  e del cinema italiano si materializzano in scena grazie a lei;"…’a pulèzza cesso del cimitero delle Fontanelle..".

Spiega l’autore “Il personaggio di Cleopatra è un pretesto per raccontare la Napoli della mia infanzia e quella di oggi; avevo voglia di raccontare del quartiere Sanit  delle sue caverne di tufo, delle
fabbriche di onice del cimitero delle Fontanelle e del rapporto con la morte, con l’aldil , dei vivi che si confondo con i morti di una citt  nel tempo violata ma sempre magica, ed esoterica.”

Marted 30 aprile 2013 | ore 21.00
Penguin Cafè – via Santa Lucia 88, Napoli
L’ evento è organizzato in collaborazione con
Arcigay Napoli, Arcigay Salerno, Coordinamento Campania Rainbow, Lalineascritta laboratori di scrittura creativa, www.napoligaypress.it , associazione Vololibero

In foto, particolare della locandina