Atmosfera incantata quella del 26 dicembre 2015. Affollata la basilica di San Giovanni Maggiore (situata sulle rampe omonime, a pochi passi da via Mezzocannone, strada dell’Universit ) che, dopo l’impeccabile restauro della soprintendenza, per i beni architettonici, è gestita dalla fondazione degli ingegneri di Napoli, motore di eventi, concerti e mostre di grande impatto. Protagonista del concerto natalizio, tra gli altri, Lello Giulivo con l’Accademia mandolinistica napoletana, presieduta da Mauro Squillante. Che, con l’artista, d  di nuovo appuntamento agli spettatori, complice lo stesso suggestivo scenario, venerd 15 gennaio alle 19 per il “Concertino napoletano”. Ad affiancarlo, gli altri componenti dell’orchestra Leonardo Massa, Daniele La Torre, Adolfo Tronco e Nunzio Veneruso.
Sar  ancora Lello Giulivo il fulcro della serata. Classe 1957, artista poliedrico (cantante, attore e mimo), dagli anni settanta a oggi ha collezionato collaborazioni teatrali e esperienze cinematografiche importanti con autori e registi come Roberto De Simone, Nanni Loi, Mel Gibson.
La presenza dell’ensemble musicale a San Giovanni Maggiore non è casuale. Qui l’Accademia progetta di offrire al mandolino una fissa dimora che possa ospitare uno dei più grandi patrimoni dell’umanit , la musica napoletana, attraverso la dolcezza del mandolino.
Ecco in sei fasi la mission diffusa sulla piattaforma di crowdfunduning produzioni dal basso allestire la sala interna dell’antica Basilica di San Giovanni Maggiore di Napoli per concerti dal vivo; diffondere cd della NapoliMandolinOrchestra; realizzare una mostra permanente sul mandolino mostrando strumenti antichi e moderni; produrre materiale informativo della casa del mandolino, materiale promozionale dei concerti per il 2016 e per le attivit  formative; formare musicisti per la certificazione Suzuki e insegnare anche ai bambini molto piccoli; creare una luogo di consultazione dove poter ritrovare la storia del mandolino e una raccolta di musiche per mandolino, dalle più famose alle meno conosciute. Un sogno da far diventare realt , per non disperdere l’arte di una citt , che malgrado caos e disservizi, continua a stupire il mondo per ricchezza storica e creativa

L’ingresso costa 10 euro; 5 per gli associati all’Ordine degli ingegneri, per gli over 65 e per gli under 14.

Per saperne di più

www.produzionidalbasso.com/project/la-casa-del-mandolino-a-napoli
cell3885823343-3406179125
lacasadelmandolino.wordpress.com
casadelmandolinonapoli@gmail.com

Nella foto, Lello Giulivo il 26 dicembre scorso nella basilica di San Giovanni Maggiore