Sacro e profano per la Nuova Orchestra Scarlatti. Che apre il suo Autunno musicale, sabato 18 ottobre, ore 18.30 nella splendida chiesa di San Gregorio Armeno, nel cuore antico di Napoli. Un appuntamento di grande suggestione tra versioni inedite di grandi pagine del ‘700 napoletano ed europeo. L’ ingresso libero fino a esaurimento posti.
Affiancherano l’Ensemble barocco della Nuova Orchestra Scarlatti (in foto), due artisti napoletani specialisti di musica barocca il soprano Cristina Grifone e il flautista Tommaso Rossi (flauto dolce e traversiere). In programma, brani strumentali di Francesco Mancini e Aniello Sant’Angelo, dal Pergolesi religioso del Laetatus sum a un’inedita rielaborazione del celeberrimo Che farò senza Euridice di Gluck, da un’aria dell’Artaserse di Leonardo Vinci, alla Nitteti di Pasquale Anfossi, compositore foggiano dalla vena di intenso lirismo, acclamato in Europa, ammirato e imitato da Mozart.
Il programma è stato eseguito l’estate scorsa nell’ambito del Festival delle Nazioni di Citt  di Castello Omaggio all’Armenia. Quest’anno la rassegna, oltre che nella suggestiva cornice del Museo Diocesano, si svolger  anche in altre prestigiose sedi cittadine.