E anche il Massimo napoletano si affianca a Papa Francesco nel grido della pace. Sar  una preghiera laica, quella del San Carlo, che parler  con le note di Schubert, Haydn e Mozart, contro il massacro del popolo siriano e i venti di guerra che soffiano forti sul Congresso americano.
Il primo teatro lirico a unirsi ai moltissimi personaggi dello sport, dello spettacolo, della politica, dell’associazionismo, della societ  civile che hanno sposato il messaggio del Pontefice, il suo appello al digiuno e alla preghiera, sabato 7 settembre, perch “l’umanit  ha bisogno di vedere gesti di pace”.
“un gesto di musica per la pace", il concerto di domenica 8 settembre (alle 20) per la riapertura dell’attivit  musicale del San Carlo, dopo la pausa estiva. Sul podio salir , il milanese Tito Ceccherini (classe 1973)- che torna al Massimo dopo aver diretto con successo l’inaugurazione della stagione sinfonica dello scorso anno, l’oratorio “Napucalisse”.

Tre i brani in programma.
Apre, l’Ouverture “nello stile italiano” in do maggiore Op.170 D591 di Franz Schubert. Segue, la Sinfonia Concertante n.105 in si bemolle maggiore per violino, violoncello, oboe, fagotto e orchestra di Franz Joseph Haydn. Chiude, la Sinfonia n.35 in re maggiore k385 “Haffner” di Wofgang Amadeus Mozart.

« con la musica di Mozart, Haydn e Schubert- spiega la sovrintendente Rosanna Purchia- che il San Carlo, con tutti i suoi lavoratori e il suo pubblico, si unir  in un canto gioioso all’appello del Pontefice all’indomani della fine del digiuno del Santo Padre. Il San Carlo parler  con il suo linguaggio, quello della ricerca dell’armonia e della condivisione, del rispetto dell’altro e dell’esaltazione della convivenza. Nella musica princpi fondamentali. Quando l’uomo rimane a contatto con queste fonti di continua energia rinnovabile è difficile che nel suo cuore possa albergare e ristagnare il male ».

Prima dell’inizio del concerto, Purchia illustrer  i contenuti dell’adesione del teatro all’appello di pace in Siria, dopo la lettura del messaggio del pontefice.
Il concerto offre anche l’opportunit  per sostenere l’iniziativa "Aggiungi un pasto a tavola”. Domenica sera, infatti, ci sar  un banchetto di raccolta fondi della Caritas (sede Santa Brigida) come invito alla donazione libera per offrire un pasto a chi è costretto al digiuno ogni giorno in strada.

TEATRO DI SAN CARLO
Domenica 8 settembre ore 20
Orchestra del Teatro di San Carlo
direttore Tito Ceccherini
violino Cecilia Laca
violoncello Luca Signorini
oboe Giuseppe Romito
fagotto Maddalena Gubert

Franz Schubert, Ouverture “nello stile italiano” in do maggiore Op.170 D591
Franz Joseph Haydn, Sinfonia Concertante n.105 in si bemolle maggiore per violino, violoncello, oboe, fagotto e orchestra
Wolfgang Amadeus Mozart, Sinfonia n.35 in re maggiore k385 “Haffner”

Il biglietto costa 15 euro(posto unico)

Per saperne di più
081. 79.72.331 412, biglietteria@teatrosancarlo.it

Nelle foto, Ceccherini e l’orchestra al San Carlo