Messinscena in albergo. Il Nuovo Teatro Sanità  crede molto in questa formula tanto da riproporre al Grand Hotel Parker’s il format ideato da Mario Gelardi e Claudio Finelli, Do not disturb – il teatro si fa in albergo, con stanze teatrali che hanno riscosso grande successo negli ultimi due anni.
Venerdì 13 e sabato 14 alle 21, con ultima replica domenica 15 alle 18, andrà in scena, nella suite presidenziale, una nuova versione del format, Quei ragazzi del 96, che racconta le difficoltà e le contraddizioni nascoste dietro il tema dell’omosessualità, sul finire del secolo scorso, quando veniva alla luce anche negli ambienti più benestanti della vita partenopea.
E’ la primavera del 1996 e a Napoli soffia un vento nuovo. Un vento di liberazione. Un vento arcobaleno. Forse qualcosa sta per cambiare. Un cambiamento lento ma inesorabile. A pochi giorni dal primo Gay Pride convocato a Napoli, un gruppo di amici si riunisce per festeggiare il compleanno di uno di loro.
La festa si trasforma in un ironico “gioco della verità”. Silenzi, paure e rancori: un affresco intenso e commovente di un’umanità che iniziava a sperimentare l’euforia e la difficoltà di uscire alla luce del sole. Gli spettatori assisteranno a uno spaccato di vita di un ragazzo gay della Napoli bene e dei suoi amici. Tra confessioni e colpi di scena.
Quei ragazzi del 96 è scritto da Claudio Finelli, la direzione è di Fabio Rossi e Carlo Caracciolo, e vede in scena Riccardo Ciccarelli, Fabiana Fazio, Gennaro Maresca, Alessandro Palladino, Ciro Pellegrino e Fabio Rossi.
In foto, una scena della pièce
Info e prenotazioni
3396666426
info@nuovoteatrosanita.it
www.nuovoteatrosanita.it