Creativit  contro la crisi. I mestieri d’arte resistono e si mettono in mostra. Un’occasione è quella colta a Cetara, in costiera amalfitana, da tredici designer autoproduttori che da ieri fino al 25 luglio espongono i loro prodotti nella Sala Auditorium “Ave Maria”, in piazza San Francesco.
L’esposizione “Design on the coast” (curata da Angelo Soldani, presidente dell’associazione design artigianale) è stata inaugurata dall’assessore alla cultura del borgo marinaro costiero, Angela Speranza «Sono orgogliosa di ospitare questa mostra, che rappresenta un’occasione di incontro tra i designer provenienti dalla Campania e da diverse altre regioni d’Italia e il nostro territorio, una piccola realt  di eccellenza della costiera amalfitana. Sono affascinata dalla capacit  di questi designer di partire da un’idea per arrivare ad un oggetto, che non è di massa ma di nicchia, e rappresenta un’alternativa ai prodotti delle storiche aziende dell’interior e industrial design ma anche una continuazione di ciò che Ugo Marano, l’artista scomparso da alcuni anni, che ha vissuto e lavorato a Cetara, ha realizzato. In futuro vorrei dare spazio ad artisti emergenti e all’universo femminile, organizzando mostre tutto l’anno anche per contribuire a destagionalizzare le presenze di visitatori a Cetara».
Ecco i nomi dei protagonisti Nathalie Figliola (Salerno), Art Frigò (Verona), Punto Largo (Nocera Inferiore), Rom Ceramics (Salerno), Fabrizio Demma (Milano), E45- Creeative Design Studio (San Cipriano Picentino), Claudia Falcone (Cosenza), Alessandra Corsi (Roma), H-Identity (San Marco Evangelista), Kalacte (Caltagirone), WilDesignArt (Varese), Lorella Pozzi (Osio Sotto), Navarino Design Lab (Poggiomarino).

In foto, uno scorcio della mostra