Cristina Comencini a teatro con solidariet . Il 25 maggio (ore 20.45) al teatro Sannazaro di Napoli, l’associazione culturale “TempoLibero”, presieduta da Clorinda Irace, in collaborazione con l’associazione romana “Di nuovo” e ” il movimento “Se non ora quando” presenta “Libere”, atto unico di Cristina Comencini. Con Antonella Stefanucci e Chiara Baffi. Con la regia di Carlotta Cerquetti.
Il testo, scritto da Cristina Comencini, ripropone a Napoli lo spettacolo rappresentato con successo a Roma, Milano e Torino e interpretato da Lunetta Savino e Isabella Ragonese. Due donne di due generazioni diverse si scontrano per poi confrontarsi e dialogare su tematiche, aspirazioni ed affinit  comuni fino a intravedere la possibilit  di un orizzonte condiviso, di un annodarsi di fili che sembravano sciolti.
Al termine, una discussione con il pubblico a cui parteciperanno Cristina Comencini la regista e le interpreti.

L’ingresso è libero ma è gradito un contributo che sar  devoluto alla Cooperativa “La Roccia” per un progetto di imprenditoria femminile a Scampia.
Ma come nasce lo spettacolo? “Dal luglio 2010, -spiega la Comencini- con un gruppo di donne di varie citt  italiane, di professioni ed et  diverse, abbiamo cominciato a riunirci e a scriverci. Sentivamo un disagio forte per come la televisione e i giornali italiani ci rappresentano, per la quantit  crescente di episodi di violenza contro le donne, per la nostra vita reale, di famiglia e di lavoro. Ci siamo chieste se le donne avessero abbandonato l’idea che si potesse cambiare questo stato di cose. Prese da vite frenetiche, da carriere difficili da combinare con la vita privata, dalla nostra volont  di non trascurare i figli, i compagni, restava poco tempo per pensare a s stesse e valutare se la libert  di cui certamente godiamo più delle generazioni che ci hanno preceduto, ci avesse reso veramente libere”.