Cinema da esportazione. Presentata a Palazzo San Giacomo, dal Sindaco Luigi de Magistris e dall’Assessore alla Cultura e al Turismo Antonella Di Nocera, il progetto Naples et ses cinastes / Napoli e i suoi cineasti, retrospettiva cinematografica, omaggio al Nuovo cinema napoletano e ai suoi cineasti che si svolge a Losanna, alla Cineteca svizzera, fino al 13 maggio a cura di Frederic Maire, direttore della Cinmathèque Suisse e in collaborazione con Cinecitt  – Luce. Maurizio Di Rienzo, giornalista napoletano, è l’ ideatore e il curatore della rassegna.
Presenti i registi Leonardo Di Costanzo, Guido Lombardi, Carlo Luglio e Angelo Curti, responsabile dei teatri Uniti di Napoli. Non è potuto essere presente Toni Servillo, grande attore napoletano e interprete di molti dei film presi in esame.
La Cineteca svizzera è considerata una delle più anziane e importanti istituzioni del suo genere. Nata nel 1948, possiede una delle più ricche collezioni al mondo,la sesta per importanza e volume di grandezza. Svolge un ruolo fondamentale poich conserva il patrimonio cinematografico svizzero e mondiale, lo restaura e ne promuove la diffusione. Sin dalla sua fondazione, ha inoltre contribuito a far conoscere il cinema d’autore contemporaneo, proponendo al proprio pubblico, spesso per la prima volta, opere particolarmente significative di tutto il mondo. Paolo Sorrentino, Matteo Garrone, Mario Martone, Antonio Capuano, Pappi Corsicato, Antonietta De Lillo, Salvatore Piscicelli; questi e molti altri cineasti italiani contemporanei hanno come punto in comune quello di avere radici napoletane.
Dai primi anni 90 il miglior cinema italiano sembra provenire proprio da Napoli e non a caso i due Premi della giuria al Festival di Cannes 2009, Il Divo e Gomorra, provengono dalla citt  partenopea.
E da qui l’idea di permettere al pubblico elvetico di scoprire la grande ricchezza artistica di questa cinematografia, presentando cos anche molti film rimasti ancora inediti in Svizzera. Il cinema italiano nacque industrialmente a inizio 900 a Napoli e a Torino. Dal sonoro in poi, il centro fascista fu Roma-Cinecitt . Dopo la guerra a Napoli trovarono campo neorealismo, commedia all’italiana, cinema di genere e d’autore, anche straniero.
A inizio anni 80 la mutazione socio-urbanistica della citt  con la camorra in crescita, è fermata in immagini dai due film di Piscicelli in rassegna, prologo a questi ultimi 20 anni di cinematografia. Dal 1991 un gruppo motivato di registi, sceneggiatori, attori, produttori, tecnici, lavora sul territorio metropolitano in modo incisivo e originale, con storie sulle vite reali, su temi concreti, ognuno secondo la sua visuale.
Questi cineasti con i loro collaboratori narrano un mondo unico ma universale e pieno di vita. Il collegamento tra l’importante istituzione culturale della Cineteca Svizzera e Napoli rappresenta un ponte importante per esportare produzioni, promuovere all’estero artisti e talenti partenopei e creare sinergie. La rassegna porter  a Losanna numerosi film tra lungometraggi, documentari e corti degli ultimi venti anni.
Un’opportunit  importante per la nostra cinematografia che potrebbe trovare nuovi canali di finanziamento proprio nelle co-produzioni e nello sviluppo delle relazioni con i paesi europei e gli istituti di cultura all’estero, visto l’interesse internazionale per la cultura partenopea.

Qui di seguito l’elenco dei film presenti in rassegna
-394 – Trilogia nel mondo – Italia, 2011, 54 min., v.o. s-t angl., M. Pacifico
-L’Uomo in più – Italia, 2001, 1h40, v.o. s-t fr.,P. Sorrentino

-Vito e gli altri – Italia, 1991, 1h27, v.o. s-t fr., A. Capuano

-La Guerra di Mario – Italia, 2005, 1h40, v.o. s-t fr., A. Capuano

-Carosello napoletano – Italia, 1953, 2h04, v.o. s-t fr., E. Giannini

-Immacolata e concetta, laltra gelosia – Italia, 1980, 1h34, v.o. s-t fr./all., S. Piscicelli

-Le Occasioni di rosa – Italia, 1981, 1h26, v.o. s-t angl., S. Piscicelli

-Morte di un matematico napoletano – Italia, 1992, 1h48, v.o. s-t fr., M. Martone

-Libera – Italia, 1993, 1h23, v.o. s-t fr./all., P. Corsicato
-L’amore molesto – Italia, 1995, 1h43, v.o. s-t fr./all., M. Martone
-Il Verificatore – Italia, 1995, 1h21, v.o. s-t fr., S. Incerti

-Teatro di Guerra – Italia, 1998, 1h50, v.o. s-t fr., M. Martone

-Rose e pistole – Italia, 1999, 1h21, v.o. s-t fr., C. Apuzzo

-Tornando a casa – Italia, 2001, 1h28, v.o. s-t fr., V. Marra

-Pater familias – Italia, 2002, 1h30, v.o. s-t fr., F. Patierno

-A Scuola / Un cas dcole – Francia, Italia, 2003, 59 min., v.o. s-t fr., L. Di Costanzo

-Vento di terra – Italia, 2004, 1h22, v.o. s-t fr., V. Marra

-Il Resto di niente – Italia, 2005, 1h43, v.o. s-t fr., A. De Lillo

-Giro di lune tra terra e mare Italia, 1997, 1h41, v.o. s-t fr., G. M. Gaudino

–Sotto la stessa luna / Sotto la luna di Scampia – Italia, 2006, 1h32, v.o. s-t fr., C. Luglio

–L’udienza è aperta – Italia, 2006, 1h15, v.o. s-t fr., V. Marr            6                 è« «    oè  á«sptBLlibrineBlinkBBd dBd d«BpGBB«7Be«BEBBèMODEBHlèNOa

–Butiful Cauntri – Italia, 2007, 1h23, v.o. s-t fr., E. Calabria, A. D’Ambrosio, P. Ruggiero

–Napoli Piazza Municipio – Italia, 2008, 56 min., v.o. s-t angl., B. Oliviero

–Gomorra – Italia, 2008, 2h17, v.o. s-t fr./all., M. Garrone

–Corde – Italia, 2009, 55 min., v.o. s-t fr., De Marcello Sannino

–Gorbaciòf – Italia, 2010, 1h25, v.o. s-t fr., S. Incerti

–L’Amore buio – Italia, 2010, 1h50, v.o. s-t angl., A. Capuano

–Armandino e il Madre – Italia, 2010, 10 min., v.o. s-t fr. projection vido, V. Golino

–Cadenza d’inganno / Rcit dune rencontre interrompue Francia, Italia, 2011, 55 min., L. Di Costanzo

–L -bas – Educazione criminale – Italia, 2011, 1h40, v.o. s-t fr., G. Lombardi

–Noi credevamo / Frères dItalie – Francia, Italia, 2011, 2h44, v.o. s-t fr., M. Martone

In foto, la locandina della rassegna