Da Napoli con amore. Mille libri donati ad Amatrice, la cittadina del Centro Italia prostrata dal sisma del 24 agosto. L’Unione cristiana imprenditori dirigenti (Ucid) sezione di Napoli, con l’Associazione Guida, invier  gioved 15 settembre mille libri alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto.
A volerla è Diego Guida sempre attento alle iniziative sociali che puntano sulla qualit . Tra i testi scelti, voluni di successo come "Vocali " di Umberto Eco, "Lettera a Francesco"di Massimo Milone, "Vita di Sophia Loren" e tanti romanzi e racconti.
Un gesto che nasce dall’empatia. «Con questa iniziativa – dice l’editore partenopeo- vogliamo che da Napoli, citt  che ha provato sulla propria pelle la tragedia del terremoto, parta un segnale per riprendere una vita “normale”, un gesto per dare speranza, rivolto soprattutto ai giovani e agli anziani. Siamo sicuri che un libro possa rappresentare il primo, virtuale mattone, per la ricostruzione. In questa situazione è fondamentale continuare a credere nel futuro».
Il carico, consegnato nella sede Arci di L’Aquila, sar  poi distribuito tra le tendopoli e i campi autogestiti di Amatrice e delle zone più colpite dai volontari dell’associazione “Bibliobus”, un esperimento che mette in sinergia le associazioni e gli enti impegnati per la ricostruzione.

Nella foto, uno scorcio che testimonia la devastazione di Amatrice