Tra i serrati appuntamenti del contemporaneo a Napoli  non si può dimenticare quello con Nino Longobardi alla Dafna home gallery . L’artista, che nel  2015  è stato invitato da Vincenzo Trione alla  56a edizione della Biennale di Venezia nel padiglione nazionale , già giovane autore di punta ai tempi della gallerista Lucio Amelio, nel suo spazio espositivo di piazza dei Martiri (incontro determinante per la sua  carriera di autore), propone adesso Multipli. Da mercoledì 25 ottobre fino al 24 gennaio 2018, con vernissage nella sede della galleria in palazzo Albertini Cimitile, in via santa Teresa degli Scalzi, dalle 18 alle 22.
L’esposizione arriva dopo Apparenze, ancora in corso nei suggestivi spazi di Castel del Monte in Puglia, curata da Achille Bonito Oliva e coordinata proprio  dalla Dafna. L’evento partenopeo proprone 12 disegni a matita e china, coerenti con l’idea di multiplo, e nove opere scultoree, realizzate in 30 esemplari numerati e firmati.
La morte diventa elemento rigenerante. Un busto trafitto da una freccia, teschi, teste e piedi si rivitalizzano grazie all’innesto di oggetti. E spunta anche un Cristo incompiuto. L’operazione è scarna, minimalista, i confini sono netti, i  lavori puntano su candore  e semplicità di materiali semplici, veicolando concetti archetipi.
La galleria Dafna nasce nel 2010 da un’idea dell’artista Danilo Ambrosino che ha trasformato in spazio espositivo la sua casa studio insieme all’architetta Anna Fresa. Obiettivo: creare sinergie con altre realtà di questo tipo disseminate in Italia e nel mondo, per trarre nuova linfa da scambi di location e artisti.
Per saperne di più
http://www.dafna.it/home
DAFNA Home Gallery
Via Santa Teresa degli Scalzi,76 – Napoli
dal lunedì al venerdì 10.00 – 19.00
Sabato su appuntamento

In alto, Longobardi con il suo Seneca