Disciplina considerata accessoria nelle scuole italiane, l’educazione all’arte può essere invece un momento di apprendimento determinante per la formazione della personalit  dei giovanissimi. L’arte è storia, economia, psicologia, educazione emotiva e canale di espressione di s, fondamentale nell’et  scolare, quando sembra cos difficile capire se stessi e aprirsi agli altri.
Ci crede profondamente Giuseppe Panariello, docente di educazione artistica e presidente dell’associazione culturale QUELfiloBLU, che dal 1982 raccoglie il frutto dei suoi interventi da insegnante dipinti e sculture realizzati dagli alunni delle scuole medie, in tutto circa 2.000, di cui un piccolo ma significativo nucleo è in esposizione al Pan fino al 23 dicembre nella mostra MUSEOUNDER14. Il titolo racconta un progetto la volont  di assegnare uno spazio permanente a questi manufatti, che stupiscono per la raffinatezza tecnica, per il gusto estetico, per la sensibilit  e la capacit  di raccontarsi di questi quasi adolescenti.
Si percepisce la presenza di un docente illuminato, che insegna il metodo dell’arte, ne racconta i grandi personaggi e poi affida all’emozione creativa dei suoi alunni la missione di testimoniare le proprie sensazioni. Aprendo un canale di comunicazione con chi spesso ha problemi di interazione, con chi è vittima di un disagio sociale e abbandona precocemente le aule scolastiche, con chi ha un talento ma non possiede gli strumenti culturali per farlo emergere.

Le opere esposte, frutto degli interventi didattici nelle scuole medie di Villaricca, Pozzuoli e Bagnoli, sono un grande insegnamento, non solo per chi si occupa della programmazione scolastica ma anche per gli artisti “blasonati” senza pensare al mercato, alla politica della galleria, alla fama, senza struggersi per nobilitare la propria ispirazione, questi giovani talenti hanno creato ispirati solo dalle loro emozioni, forti dello strumento della conoscenza, trasmessa loro attraverso un approccio formativo di qualit .

Oltre alla mostra del Pan, è possibile consultare l’archivio digitale della collezione sul sito web www.museounder14.it

Nelle immagini le opere Coriandoli in mezzo a confetti inglesi di Sara Soltani e la scultura della serie Ricrea di Sara Cacciapuoti

APPUNTAMENTO CON L’AUTORE
Luned 10 dicembre 2012, alle ore 18.00 presso la libreria Ubik di Via Benedetto Croce, 28, Napoli, si terr  la presentazione del libro “Gioco sulla spiaggia. Memorie e racconti di un inviato speciale” del giornalista e scrittore Marco Ciampo (MultiMedia editore). Discutono con l’autore Guido D’Agostino, presidente dell’Istituto Campano per la Storia della Resistenza, e Ugo Leone, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio. Modera la giornalista Diletta Capissi.L’attrice Clelia Liguori legger  alcuni brani del libro.

“L’orrore della guerra negli occhi di un bambino e poi nella sua testa, per sempre, con la consapevolezza che la guerra non finisce mai perch appartiene alluomo. E’ questo il senso prevalente del bel libro di Marco Ciampo – scrive Pietro Gargano nella prefazione – soprattutto per la prima parte autobiografico, memoria dellinfanzia accanto al padre nella divisa impeccabile da ufficiale del Vascello”.