La nuova era dei due Papi e la rivoluzione di Francesco. Due libri e una tavola rotonda che riunisce personalit  del mondo accademico, scientifico e giornalistico, è quello che caratterizzer  l’incontro organizzato dall’Universit  Suor Orsola Benincasa gioved 10 luglio alle ore 18 nella Sala degli Angeli dell’Universit .
Il tema centrale dell’iniziativa sar  “La nuova era dei due Papi e la rivoluzione di Papa Francesco” e sar  un’occasione di dibattito e riflessione sul primo anno di pontificato e sul nuovo modo di comunicare, in primis con i media, del nuovo Pontefice. Durante l’incontro saranno presentati i volumi del direttore di Rai Vaticano, Massimo Enrico Milone, e di Raffaele Luise, decano dei vaticanisti Rai e direttore scientifico del Master in Mediazione e Comunicazione interreligiosa e interculturale.
Con “Pronto? Sono Francesco. Il Papa e la rivoluzione comunicativa un anno dopo”, Milone ripercorre i 360 giorni di pontificato attraverso le parole del Papa ai giornalisti dalla prima udienza pubblica concessa ai rappresentanti dei media il 16 marzo 2013, all’indomani del Conclave, fino all’intervista rilasciata al direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli, il 5 marzo 2014. Una panoramica ad ampio raggio sul percorso fatto fin’ora e sulle sfide prossime che attendono la chiesa.
Massimo Milone racconta tutto con gli occhi del cronista e del testimone, rivisitando il complesso rapporto tra Chiesa e mondo dell’informazione e interrogandosi su una professione, quella giornalistica, che oggi più che mai ha bisogno di una rivoluzione etica, prendendo spunto da quella “rivoluzione” comunicativa che Papa Francesco mette in atto ogni giorno.

Raffaele Luise in “Con le periferie nel cuore” ricostruisce invece alcuni snodi del primo anno di pontificato
dalla scelta di abitare a Santa Marta alla visita a Lampedusa, intrecciando il racconti dei fatti alla voce di personalit  del mondo della cultura e del pensiero. Da Leonardo Boff a Gustavo Zagrebelsky, da Stefano Rodot  a Umberto Galimberti, da Massimo Cacciari a Moni Ovadia, Luise testimonia quando l’operato del Papa sia incidendo non solo sulla Chiesa ma sulla societ  tutta. Quello che nasce è una sorta di dialogo tra credenti e non credenti con al centro i principali temi del pontificato e arricchito da inserti poetici.
L’iniziativa è organizzata dal Master italiano in Mediazione e Comunicazione interreligiosa e interculturale, in collaborazione con il Centro Interuniversitario campano di Ricerca bioetica e con l’Unione della Stampa cattolica italiana.

Nelle foto, le copertine dei 2 libri