Il dieci gennaio si inaugurava nello spazio Ventre, Comincia Adesso#1, collettiva di quattro artisti emergenti (Salvatore Manzi, Ur5o , Michelangelo Consani e Maria Vittoria Perrelli) invitati a suscitare l’azione l’evento non si poneva infatti come semplice momento espositivo ma piuttosto come incitamento a vivere il proprio tempo in modo più attivo.

Come promesso dal curatore, Stefano Taccone, il finissage previsto per domenica 15 febbraio ore 18.30 sar  occasione di ulteriore confronto e dibattito in compagnia di Vincenzo Di Maio rappresentante della Rete italiana per la decrescita. Se l’opera video di Michelangelo Cusani, una grande cicala intenta a respirare nel suo habitat, ci ha fatto riflettere sulla natura e sul nostro rapporto con essa, Di Maio ci racconter  il suo modo di vivere la decrescita, ovvero uno stile di vita sostenibile che ribalta l’idea di progresso e accumulo a tutti i costi e propone un’inversione di tendenza, individuando i reali bisogni di ciascuno e dunque i beni strettamente necessari.

Per affrancarsi dall’ossessione del consumo, provare a immergersi nell’ambiente che ci circonda e sfidare cos la speculazione economica e finanziaria che sta corrodendo il nostro mondo. Dal “ventre” di Napoli al resto del pianeta, sulla scia di Serge Latouch e Ivan Illich, teorici del postsviluppo e portavoci del movimento della decrescita, per pensare globale ed agire.

Finissage domenica 15 gennaio ore 18.30

Ventre Largo Tarsia 6; info 3203560239; stefanotaccone81@virgilio.it

www.spazioventre.blogspot.com

Il CaSO4 di Giacomo Faiella

Arte dietro le gradinate. Quelle del teatro Instabile di Napoli. Giacomo Faiella è il terzo dei sei artisti chiamati a concepire l’anfratto retrostante le gradinate come una sorta di teatro in miniatura.

L’artista insegue il sogno di una democrazia integrale, distante dal concetto e dalla prassi vigenti nel mondo occidentale, partendo dai fatti dell’11 settembre 2001.

L’heideggeriano compito di “manifestare la verit  dell’essere”, entrando in frizione con gli apparati rappresentativi del teatro, rende esplicita la valenza filtrante che contraddistingue quest’ultimo e, con esso, tanti altri settori della societ , organizzati secondo schemi profondamente affini al paradigma teatrale.

Info

Teatro Instabile

vico Fico Purgatorio ad Arco 38

3291410934 o 3203560239

fino al 15 marzo 2009 su appuntamento