La tecnologia ci stupir  ancora. Con un futuro infinito. Se ne parler  venerd 10 aprile 2015, alle 16.30 al teatro di corte di Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito, 1, a Napoli nella tavola aperta su “I calcolatori prossimi venturi e l’informatica che vedremo” organizzata dall’Universit  di Napoli Federico II e dall’associazione Scienza e Scuola, in collaborazione con l’Istituto italiano di studi filosofici e con l’Istituto Nazareth.
All’incontro con Yoichi Ando (fisico sperimentale in nuovi materiali e spintronica) e Anthony Leggett dell’Universit  dell’Illinois (Nobel 2003 per la fisica), introdotto da Ernesta De Masi (associazione Scienza Scuola) interverranno Guido Trombetti, assessore all’universit  e alla ricerca e vicepresidente della Regione Campania, Gaetano Manfredi, rettore dell’Universit  Federico II e Pasquale Maddalena, direttore del dipartimento di Fisica della Federico II. Coordina, Arturo Tagliacozzo del dipartimento di fisica della Federico II.
Ando e Legget sono due tra i più eminenti sperimentatori e teorici sbarcati a Napoli per una settimana di studio. Fanno parte del numerosissimo pool di esperti che in tutto il mondo lavorano per rimpiazzare i pc con macchine ancora più sofisticate e potenti, dotate di una intelligenza artificiale’ quasi fantascientifica.

Nella foto in alto, la tradizionale tastiera del computer che difficilmente vedremo ancora in futuro. In basso, da sinistra, Ando e Leggett