Napoli accende i riflettori sulla giovane arte campana. Oggi, venerd 9 luglio alle 19.30, l’Istituto Paolo Colosimo di via Santa Teresa degli Scalzi, sar  invasa da performance, dipinti, tele, foto, sculture, installazioni e video-installazioni. Quattordici giovani artisti di Napoli e provincia e alcuni ospiti del panorama locale e nazionale sono in mostra fino al 16 luglio. Cristiana Arena, Fernando Alfredo Cabrera, Elena Cennini, Luca Ciriello, Lucio Ddt Art, Luca De Martino, Amaranta Diamante, Roberto Marchese, Luca Nocerino, Mauro Palumbo, Manuela Ragucci, Alessandro Riccio, Rinedda e Maria Cristina Sodano.

“Discronie” è il titolo della mostra, curata da Marisa Lepore, che rientra nel più ampio progetto “nerodiscenaarte”, la manifestazione porta la firma dell’ufficio Arti&Scena del Servizio giovani – assessorato alle politiche giovanili del comune di Napoli all’interno del “Programma giovani” che, partendo da questa data, si concluder  a novembre. Il progetto nerodiscena promuove momenti di formazione ed eventi spettacolari ed espositivi nell’ambito delle arti sceniche e visuali. L’obiettivo è dare visibilit  ai giovani e alle produzioni artistiche in un panorama di confronto e interscambio culturale. Le esposizioni d’arte e le rappresentazioni trovano collocazione nella rassegna annuale nerodiscena giunta, nel 2010, all’XI edizione. Da questo anno sono istituiti dei premi che offrono maggiore partecipazione e protagonismo per i giovani esordienti.

Per l’occasione, all’esposizione, gi  ospitata ad aprile negli spazi del Pan, sar  abbinato il “Premio nerodiscenarte”. La giuria, formata da Armida Parisi del quotidiano Il Roma, Giancarlo Maria Altamura docente e artista, Luciano Ferrara fotografo, Giuseppe Ruffo e Piero Tatafiore galleristi, valuter  le opere per proclamare il vincitore del premio e selezionare quattro giovani artisti che, assieme al vincitore, esporranno i propri lavori al Museo Archeologico Nazionale di Napoli dal 15 al 27 settembre prossimi.

Come ha spiegato la curatrice, il tema della mostra è un viaggio multidirezionale dentro e fuori se stessi, in bilico fra passato e futuro, tra anima e ritmi ambientali, tra proiezione e integrazione. Viaggio a ritroso verso orizzonti futuri, viaggio in avanti verso vissuti trascorsi.

Ad arricchire l’inaugurazione due performance: “Disastro Ddt Art” di e con Lucio Ddt Art e “Psiche” di e con Maria Manna, Ciro Di Luzio e la violoncellista Manuela Albano su testo di Nunzio Di Bernardo. Hair stist Antonella Manna.

In alto, Cristiana Arena. In basso, da sinistra, Luca Ciriello, Amaranta Diamante e Alessandro Riccio

Info:

dal 9 al 16 luglio

orari: 10/13 e 17/18.30

ingresso libero

giovani@comune.napoli.it
www.comune.napoli.it