Cibo e arte. E’ la formula scelta dalla pasticceria Mazz di  via Tribunali, nel cuore antico di Napoli. Un’opera al mese: in esposizione (con pausa estiva) i “tombolati” firmati dall’artista Barbara Karwowska. Si parte oggi, martedì 4 luglio, alle 18  con il ritratto della ventottenne poetessa, scrittrice, giornalista Emilia Sensale che della tombola mostra il  numero 56, ovvero la caduta. Importante per Emilia poiché l’ha pescato dal “panariello” in un momento particolare, quando sentiva di essere caduta ma  già avvertiva la voglia di rinscere. Ogni evento sarà accompagnato da un dolce. Per l’occasione, il pasticciere Guglielmo Mazzaro proporrà la cheesecake alla fragola composto da un 5 e un 6.
E’ la pittrice a scegliere il soggetto da dipingere che dovrà prendere un numero dal tipico cesto in vimini della tombola procurato dalla stessa pittrice.  Se il primo numero non convince chi lo ha estratto, potrà riprovare, avvalendosi di tre possibilità.
Ci sarà poi un secondo quadro, questa volta con la persona ritratta in una situazione che ricorda cosa significa il numero, secondo l’ispirazione del momento. «I ritratti non sono un semplice riportare i tratti di un viso – spiega Barbara   – ma si instaura un rapporto tra  chi dipinge e chi viene ritratto. Ogni pittore ha il suo modo di dipingere, ma è nei particolari di un volto riportato sulla tela che l’artista mette molto di più di una pennellata, ci sono emozioni, sensazioni, ricordi. Voler catturare l’anima per illuminarla».

Qui sopra, il ritratto di Emilia Sensale con il numero 56. In alto, Barbara e la giornalista
Qui sopra, il ritratto di Emilia Sensale con il numero 56. In alto, Barbara e la giornalista