Musica, prima del grande silenzio del triduo pasquale. Musica d’artista (Niccolò Jommelli) coro amatoriale (ma di grande professionalit ), i Vocalia. Mercoled primo aprile, nella Domus Ars – Chiesa di San Francesco alle Monache, in Via Santa Chiara 10 si terr , alle 20.30 il concerto per coro e quartetto (con l’Ensemble Discantus) “Le ultime settime parole di Cristo sulla croce” (opera che Jommelli nel 1749 dedicò al cardinale Stuart). Direttore, Luigi Grima. Esecuzione che a pieno diritto sar  eseguita nell’ambito del Festival Internazionale del ‘700 musicale napoletano. Gi  presentato lo scorso anno con successo il tema della passione di Cristo, si colora, sulle note di Jommelli, della "teatralit  del sentimento" tipicamente partenopea.
Da secoli la liturgia del venerd santo prevede la funzione delle tre ore di agonia di Gesù sulla Croce, quale esperienza di fede e devozione. Il testo anonimo si articola in sette brani che propongono una meditazione sulle “Sette parole di Gesù sulla Croce” riportate nelle pagine dei Vangeli che preparano ad accogliere, con venerazione, il mistero della Croce che d  senso alla vita cristiana; il brano conclusivo è preceduto dal sonetto “Jesus autem emissa voce magna expiravit”.

Nonostante l’argomento trattato, Le ultime sette parole di Gesù Cristo sulla croce di Gesù Cristo musicata da Niccolò Jommelli (foto)
si presenta subito come un meraviglioso esempio di impiego di spunti teatrali introdotti in una composizione sacra. La bellezza delle melodie, l’immediatezza dell’ispirazione, la capacit  creativa, la continua ricerca di realizzazioni armoniche, la naturalezza delle idee musicali rendono questa composizione una sorta di compendio di ciò che ha prodotto la gloriosa scuola napoletana del700 e mettono in risalto da chi e da dove è partito tutto quello che di più bello si è espresso musicalmente nell’Europa di quel periodo.

Domus Ars, Via Santa Chiara 10 ore 20,30
Per saperne di più
081 3425603 – infoeventi@domusars.it