Un’offerta culturale esigente e diversificata, che spazia dal teatro al cinema, passando per larte e la danza. Eventi alla portata di tutti e dove tutti trovano qualcosa per il loro interesse. E’ il programma del Grenoble, l’Istituto Francese di Napoli, in via Crispi 86, per i mesi da settembre a dicembre

Il Grenoble apre le porte non soltanto all’arte ma a un nuovo modo di comunicare con il pubblico. Esibizioni, incontri, musica e parole non solo altro che una piccola parte di questo mondo nuovo che prende forma ogni giorno.

Un’altra novit , poi, si profila all’orizzonte. Durante gli ultimi mesi dell’anno, sar  confermata la creazione di un “Institut franais d’Italie”, dato che, a partire dal 1 gennaio 2012, l’insieme della rete culturale francese nel mondo sar  presentata sotto un’unica insegna, rafforzandone cos la visibilit  e leggibilit . Addio dunque al logo con la “G” del Grenoble e spazio al nuovo visivo che gli spettatori troveranno gi  in questa edizione.

Il primo appuntamento in programma è previsto per oggi, 20 settembre (ore 18,30). Lo scrittore Philippe Djian incontrer  il pubblico. Si continua domani, stessa ora, con la danza e il concorso Bagnolet. Dal 5 al 14 ottobre, Cuba entra nel Grenoble attraverso le foto di Nicolas Pascarel, fotografo parigino con passaporto napoletano. Il 21 ottobre è ancora tempo di danza con lo spettacolo di Ziane e Dhaou, in scena al teatro Nuovo. Dal 24 al 27 ottobre, incontri, proiezioni e uno spettacolo teatrale celebrano lo scrittore Guy de Maupassant. Il 3 novembre è ancora di scena uno scrittore, Marcel Proust. Il 9 novembre si va sulla luna con i mondi fantastici del regista Georges Mlies. Il 16 novembre la figura di Frida Kahlo è protagonista di uno spettacolo dedicato alla compianta pittrice. E dal 5 al 20 dicembre, un secolo di editoria con le edizioni Gallimard.

In foto, un’immagine da “Viaggio nella luna” di Mlies