Nell’ambito dell’edizione 2009 del Napoli Teatro Festival Italia negli spazi del Museo Madre (Via Settembrini 79, Napoli), è in programma “Corpus. Arte In Azione”, una rassegna di otto performance che approfondisce due filoni distinti ma complementari: uno indaga il corpo nella sua accezione più estrema, l’altro analizza gli sconfinamenti e le vicinanze che caratterizzano i territori delle arti visive con quelli della musica e del teatro
Il tour artistico è iniziato nella sala polifunzionale con Angela Barretta. Il corpo è al centro della sua opera, attraverso una ricerca sulle forme e temidella religiosit  popolare: credenze, riti e superstizioni risalenti alle più antiche tradizioni greche e cristiane.
Ieri (luned 22 giugno) nel cortile Jamie Shovlin è stato proposto: Lustfaust Obiettivo latente di Shovlin è lo smascheramento della superficialit  dell’informazione di oggi e soprattutto di quella proveniente da internet. Il progetto ruota intorno alla creazione di una rock band tedesca inesistente, i Lustfaust, attiva nella Germania dell’Est tra la fine degli anni Settanta ed i primi anni Ottanta. La storia fittizia di questa band attraverso la creazione di fotografie, matrici di biglietti di concerti, una discografia, storia delle passate performance live, interviste filmate ai membri della band, fino alla creazione di un "vero" sito internet che convinse anche i più scettici sulla reale esistenza dei Lustfaust.
Si proseguir  mercoled 24 giugno alle ore 19.00 nella sala Clemente con Kira O’ Reilly e il suo Untitled (Sincope).Una performance in tre atti in cui contamina Body Art e la fascinazione per le bio-tecnologie.
Venerd 26 giugno ore 23.00 nel Cortile Tobias Bernstrup propone A.S.F.R. L’artista ha realizzato un costume ispirato al Futurismo italiano e al film Metropolis di Fritz Lang. Il titolo della performance fa riferimento al fenomeno del feticismo robotico e al social network non più attivo chiamato Alt.sex.fetish.robots.
La Project Room del Museo Madre per tutto il periodo della rassegna, fino al 26 giugno, si trasforma in una video room. Il ciclo di proiezioni offre l’occasione di visionare una serie di materiali inediti sulla performance estrema, e si propone come focus di approfondimento sugli artisti invitati ad agire live al Madre. “Live Art in the Uk” è il video screening selezionato dalla Live Art Development Agency di Londra che accompagna la rassegna “Corpus. Arte in Azione” a cura di Adriana Rispoli e Eugenio Viola.
Al piacere della vista si affianca quello del palato infatti il Ristorante Madre e Vino all’interno del museo, in occasione del Napoli Teatro Festival Italia, offre agli spettatori un grande buffet allestito nel cortile. In coincidenza con gli spettacoli, a partire dalle ore 20.00, assaggi e degustazioni di piatti campani rivisitati in linea con le scelte contemporanee del museo. (Per informazioni sul menù e prenotazioni 08119313016).

www.museomadre.it
Orari apertura spazi espositivi
Dal luned al venerd 10.00-21.00
Sabato e domenica 10.00-24.00 (ultimo ingresso ore 23.00)
Chiuso il marted
Il Garage Schisa sito in Via Foria, 107 riconosce ai visitatori del MADRE, previa esibizione di un ticket relativo a mostre e/o attivit  culturali e di intrattenimento del Museo, la tariffa 2.50 euro/ora per tutte le tipologie di auto

In alto un fermo immagine dal film Metropolis