La fotografia è un mezzo per tracciare con un segno indelebile i dati del contemporaneo. “Viaggio nel lavoro”, la personale di Vincenzo Starnone con cui AR Project inaugura i suoi spazi, è la testimonianza visiva di un fenomeno che ha interessato l’Italia degli ultimi decenni, l’immigrazione Extracomunitaria.
Il progetto è stato illustrato per la prima volta nel 2002 nelle sale dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, e alla libreria Feltrinelli in piazza dei Martiri. Per l’occasione fu presentato un libro edito dalla EFFEERRE, con testi di Massimo Bignardi, Domenico Starnone , Gianfranco Borrelli, Enrico Pugliese e dello stesso Vincenzo Starnone.
” una raccolta di scatti fotografici con cui documentavo un percorso, il mio viaggio quotidiano verso il lavoro, incontrando i volti di chi nella precariet  di mestieri un po’ inventati entrava a far parte del vissuto di un fotografo incuriosito da stralci di vita catturati al volo, dal finestrino di un’auto”.
A distanza di undici anni L’AR Project Gallery ripresenta il progetto espositivo come un opera gi  storicizzata,
in considerazione dei ritmi incalzanti con cui cambiamenti si avvicendato nella realt  del contemporaneo. L’evento è realizzato in collaborazione con EFFEERRE edizioni e la galleria Mediterranea. La mostra è aperta al pubblico fino a luned 3 giugno 2013.

AR PROJECT GALLERY
Piazza Gramsci 18 (Palazzo Palumbo), 80014 Giugliano in Campania
Orari dal luned al venerd ore 11.00-13.30/15.00-20.00
www.arproject-arte.it

infoarproject@gmail.com
+393496137937
+39081417413

WASCHIMPS ALLA GALLERIA MEDITERRANEA

Alla galleria Mediterranea di via Carlo De Cesare (Napoli), dieci opere in mostra per un’antologica dedicata all’artista Elio Waschimps, aperta al pubblico fino al 12 giugno 2013. “Chi conosce Elio Waschimps e la densit  calma e severamente malinconica della sua pittura, come la defin nel 1967 Roberto Longhi, non avr  difficolt  a comprendere perch l’idea di dedicargli una mostra antologica presupponga la convinzione che tra gli abituali frequentatori degli spazi dell’arte contemporanea vi sia chi è ancora capace di tirar fuori la testa dalla nebbia che regna all’interno del sistema ufficiale dell’arte e riuscire a distinguere, al di l  dello sperimentalismo avanguardistico degradato a banale pratica d’intrattenimento mondano, i segni autentici della creativit  artistica “( Vitaliano Corbi).

Nella foto, in alto, un’opera di Starnone