L’arte del vestire il corpo e le forme generose troveranno un felice punto d’incontro? Probabilmente s, anche grazie a iniziative come Thefashioncurves, il blog dell’attrice e speaker radiofonica Fabiana Sera creato nel 2012 come canale virtuale di comunicazione tra donne formose e Case di moda italiane ed estere che vogliano vestire e valorizzare dalla taglia 46 in su. Abituati, quasi assuefatti alle forme ossute, spigolose, filiformi, emaciate che sfilano in passerella e assurgono a icone di bellezza, da ammirare ed emulare, ci si dimentica dell’incidenza che curve femminili, generose e morbide, hanno avuto nell’arte di tutti i tempi.
Dalla Venere di Milo a quella Botticelliana, alla Maya di Goya, alle tondissime donne di Botero, l’arte, il più delle volte, ha accantonato gli spigoli per plasmare le curve «non è la linea retta, dura, inflessibile che mi attira ma la linea curva, libera e sensuale che ritrovo nelle montagne del mio paese, nel corso sinuoso dei suoi fiumi, nelle nuvole del cielo, nel corpo della donna amata. L’universo intero è fatto di curve. L’universo curvo di Einstein» (Oscar Niemeyer). Eppure gli stereotipi contemporanei hanno un peso rilevante nella vita delle giovani donne che, se costituzionalmente “morbide”, oltre a fronteggiare la mancanza di accettazione devono fare i conti con le difficolt  di seguire i trend della moda di Aziende che alla sfida di vestire le diversit  curvilinee preferiscono il gioco facile delle filiformi.
«Ho pianto troppo, e per troppo tempo, sentendomi “diversa”- afferma Fabiana- sfogando le mie insicurezze con la bulimia. Chi ha sofferto di disturbi alimentari ha un’acuta sensibilit  alle sofferenze altrui; è come se portasse una cicatrice invisibile sul cuore». Nel 2012 un evento banale come accompagnare un’amica a un pomeriggio di shopping la porta a fondare Thefashioncurves «la mia amica “very curvy” e io abbiamo girato tutta la citt  alla ricerca di un abitino fashion da indossare per una festa ma abbiamo collezionato una sfilata di sottane per ultrasessantenni.» Ed è allora che è scattata l’idea di creare un blog per raccontare la sua esperienza e scovare le aziende in giro per il web che creano deliziosi capi per “morbide” realt  femminili.
Nasce cos “Burrosa QB”(ovvero quanto basta) divenuto successivamente Thefashioncurves, perch anche le taglie cosiddette forti hanno il diritto di piacersi e sedurre con le armi della moda. «Il mio blog non segue i like e i banner pubblicitari; il mio unico interesse è la condivisione di un’esperienza che possa essere d’aiuto e fungere da stimolo a non arrendersi, ad accettarsi e ancora meglio ad amarsi nella propria unicit ».
Dopo due mesi arriva l’attenzione dei media e di alcune Case di Moda; con Miranda Family (Pinù Couture brand). Fabiana decide di realizzare uno shooting partendo da un casting on-line. Il risultato è un servizio fotografico che ha come protagoniste quattro splendide veneri di Botticelli immerse in una rigogliosa natura primaverile. La sua sfida all’accettazione delle curve continua nelle scuole con proposte di workshop dedicati a ragazze nel periodo adolescenziale e con “Parlar Bene” il corso di “Public speaking” dedicato essenzialmente allo studio e alla consapevolezza di se stessi.
In radio dal ’97, prima con Radio Tour, poi con Radio Ibiza e Radio Marte, da pochi mesi Fabiana approda sul nazionale con Radio Kiss Kiss e anche in questo caso il mezzo radiofonico viene utilizzato per piacevoli conversazioni sul mondo del fashion, con curiosit , le giuste dritte e perch no, cercando gradualmente di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema del rapporto con i cibo e con il proprio corpo.

Per saperne di più
www.thefashioncurves.it

In basso, clicca il video
www.youtube.com/watch?v=mpYkJED9L_s&feature=share&list=UUgPm_W58C1kQWqiUJ4a66hQ&index=1

Nelle foto, Fabiana Sera