Nelle Giornate Fai sabato 19 e domenica 20 la Campania felix è più felice nel mostrare i suoi tanti luoghi incantevoli monti boschi fiumi acquedotti romani castelli conventi abbazie antiche terme citt  sepolte dal Vesuvio tornate a vivere ma anche gioisce nel soddisfare tanti con i suoi gustosi piatti tipici vini rossi e bianchi simili a spumante salumi formaggi mozzarelle e per i golosi prelibati dolci torroni confetti colorati gelati. Tutto in giornate di una primavera piuttosto fredda. Napoli, citt  regina bella vanitosa eccentrica, domina orgogliosa nel raccontare la sua secolare illustre storia con musei palazzi reali castelli chiostri catacombe aree archeologiche in san Lorenzo e santa Chiara, mostrare i suoi luoghi più segreti, il suo sfarzoso vasto pregevole patrimonio artistico, le sue più belle perle Capri Positano Ischia Baia Bacoli Miseno Cuma Pozzuoli Capodimonte Camaldoli Pompei Ercolano Sorrento.

La 24 edizione Fai ” è un weekend che non somiglia a nessun altro”.
Più di 20 luoghi a Napoli, 15 a Salerno, 13 a Caserta, 7 a Avellino e 5 a Benevento. A Napoli Villa Rosebery, al Museo Archeologico Nazionale i depositi Sing Sing la Collezione Farnese, i Mosaici, Villa dei Papiri, la mostra “Mito e Natura. Dalla Grecia a Pompei”, gli Affreschi, “gli Invisibili”, sotterranei gotici della Certosa di San Martino, Biblioteca e Chiostro dei Girolamini, complesso museale dell’Augustissima Arciconfraternita dei Pellegrini, Gallerie d’Italia Palazzo Zevallos, Museo Orientale Umberto Scerrato; Abc Centrale dello Scudillo, Acquedotto Augusteo del Serino, Galleria dei Nobili nelle Catacombe di San Gaudioso, Nuovo Teatro Sanit . In provincia Complesso monumentale Antica Cattedrale Santa Maria delle Grazie e Baia di Ieranto a Massa Lubrense; Castello Aragonese di Baia a Bacoli; Piscina Mirabilis a Bacoli; Stadio Antonio Pio a Pozzuoli; Casa Palliola, Eremo dei Camaldoli presso Santa Maria degli Angeli, Biblioteca e laboratorio di fisica al Seminario Vescovile a Nola.
Geosito del Carcavone e conetti vulcanici, villa dei Marchesi Cappelli, villa romana presso la Masseria de Carolis a Pollena Trocchia tutto il weekend.
A Palazzo Zevallos, che ha in mostra l’ultima opera di Caravaggio, il Martirio di sant’Orsola e nature morte e vedute pittoriche del 700/800 di scuola napoletana, le visite guidate sono in madrelingua, nell’ambito del progetto ” Arte – Un Ponte Tra Culture”, ideate come ulteriore strumento di integrazione sociale in arabo, bielorusso, bulgaro, catalano, ceco, cingalese, creolo, francese, inglese, serbo, polacco, portoghese, romeno, russo, spagnolo, tedesco, ucraino.

Novit  è la scoperta delle “vie dell’acqua” dal Monte Terminio (Serino) alla Piscina Mirabile (Bacoli), l’acquedotto realizzato da Augusto Imperatore per la flotta navale di Roma antica.

L’opera monumentale dell’acquedotto del Serino garantiva in 96 km l’approvvigionamento a innumerevoli comuni sia di area avellinese che napoletana nella dello Scudillo e il tratto scoperto dello stesso Acquedotto al Rione Sanit  (sabato e domenica, ore 9-16). Anche quest’anno i visitatori potranno avvalersi delle guide d’eccezione “apprendisti Ciceroni” a Napoli e provincia oltre 4600 studenti illustreranno aspetti storico-artistici dei monumenti. 200 le classi coinvolte accompagnate e formate da altrettanti professori, e oltre 300 volontari che guideranno gli ospiti. Il weekend Fai, oltre a far conoscere il patrimonio artistico italiano anche agli stranieri, crea interessi per la cultura e rispetto dei monumenti a tanti giovani offrendo loro l’opportunit  di essere protagonisti ma più di tutto il piacere di essere ascoltati dagli adulti. Piacere non sempre concesso a casa e a scuola che permette loro di crescere e sviluppare l’autostima e agli adulti la possibilit  di conoscere i loro sogni e la loro realt  tanto diversa dalla loro.

Per saperne di più
www.giornatefai.it

tel. 02 467615270

Nelle foto, la facciata della cheisa dei Pellegrini e l