Brava! Monica Guerritore mattatrice al Madre (Museo Donna Regina di Napoli) in una caldissima serata di questa nostra estate. Per il progetto “Un’estate al Madre” l’attrice ha presentato una performance teatrale-musicale, dal titolo “dall’Inferno all’infinito”, nella sede museale napoletana in Via Settembrini 79.
Una piece teatrale di brani con Dante in pole position, seguito da Pasolini, Patrizia Valduga, Elsa Morante, Giacomo Leopardi, Apollinaire e chiusura con Cesare Pavese.
Il Madre, forse ancora agli esordi per gli eventi teatrali, non ha risposto alle aspettative di chi ne conosce l’impeccabilit  di museo di arte contemporanea, la stessa Guerritore ha lamentato le carenze della musica e delle luci. Repertorio scolastico e un po’ scontato. Particolarmente intensa la recitazione di Supplica di Pier Paolo Pasolini, gradita anche perch più inedita. Spettacolo breve, meno di un’ora, applaudito spesso e a lungo da un pubblico cortese e amichevole. Spiega la Guerritore: “Nella mia intenzione il desiderio forte di sradicare parole, testi, versi altissimi dalla loro collocazione “conosciuta” per restituirgli un “senso” originario e potente”.
Il progetto promosso dal Madre proseguir  fino all’8 Settembre con un ricco carnet di altri eventi,musicali, teatrali ed espositivi, sei sere alla settimana. Prossimo evento Mercoled 22 Luglio alle ore 21.30, il gruppo Almamegretta, capitanato da Gennaro T e Paolo Polcari, riparte da qui con una nuova linea più marcatamente dub/dancehall. Il 23 Luglio sempre alle 21,30 ci sar  lo spettacolo “Incipit” interpretato da “La Compagnia”, un variegato gruppo di undici danzatori tra i 19 e i 25 anni, che porta la firma di Pina Bausch, appena scomparsa, di Robyn Orlin e Jacopo Godani.
Sabato 25 Luglio sar  la volta del cinema con la proiezione del film sulla vita di Jim Morrison “The Doors” di Oliver Stone.
Durante i quattro gioved di agosto, poi, si succederanno “Minnazza” con Leo Gullotta, “Tango e baile” dell’Accademia Nazionale Italiana di Tango Argentino e “I prodotti” di Michele Lucenti. L’onore della chiusura spetta, gioved 3 settembre, al controverso monologo “Raccionepeccui”, scritto e diretto da Giuseppe Bertolucci per Marina Confalone, che ritorna ad interpretarlo dopo molti anni, in esclusiva per i visitatori del museo napoletano.
Questi solo alcuni ingredienti del cartellone che prevede una full immersion dal luned alla domenica, tranne il marted, giorno di chiusura, che vede l’avvicendarsi di performance, teatro, cinema, danza, avanspettacolo e teatro sperimentale, a cura del Teatro Pubblico Campano diretto da Alfredo Balsamo e realizzata grazie alla collaborazione con Circuito Campano della Danza, Scatola Sonora/Musicisti Associati ed Ente Provinciale per il Turismo di Napoli.
Il museo, in occasione dell’iniziativa e fino agli inizi di settembre, prolungher  i suoi orari fino alla mezzanotte e chi acquister  il biglietto di una serata (10€ per le serate a base di musica, teatro e danza; 5€ per gli eventi di “Cover L’arte a 33 giri”) avr  accesso libero alla collezione permanente e alle quattro mostre che resteranno allestite durante tutto il periodo estivo: “Clemente: naufragio con spettatore. 1974-2004” al III piano, “Ponticelli” al II piano, “Transit-2” nella project room e “Cover L’arte a 33 giri” nella sala polivalente. L’ingresso sar  invece gratuito in occasione delle proiezioni, per agevolare chi resta in citt .

Per informazioni e contatti:
www.museomadre.it

Orari: Tutti i giorni 10.00 24.00

gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.30

Chiuso il marted

Biglietti: Teatro Musica Danza € 10,00

Cinema gratuito

Ingresso libero al Museo se provvisti di biglietto per lo spettacolo

Nell’immagine in alto una scena dello spettacolo, in basso, il pubblico, poi Avion Travel e un gruppo dell’accademia nazionale di tango argentino, tra i prossimi ospiti della rassegna.