Napoli in diretta con gli Stati Uniti. Il Museo archeologico nazionale di Napoli ha ospitato in video-collegamento da San Francisco uno dei pilastri della letteratura nordamericana del secondo Novecento, Lawrence Ferlinghetti, in occasione della inaugurazione della mostra “Sulla rotta di Ulisse”, primo dei due appuntamenti dedicati all’artista. Il secondo, “Lawrence Ferlinghetti e la beat generation. Poesia e musica al MANN”, si terr  nella stessa location gioved 23 maggio alle 17. Il progetto, coordinato da Marco De Gemmis, responsabile del Servizio Educativo, e da Enza Silvestrini, responsabile regionale per la Campania del Pen Club, punta a mostrare tutti gli aspetti della vita di Lawrence Ferlinghetti che, nato come pittore, diverr  noto soprattutto grazie alla poesia, un’arte che credeva non gli appartenesse.
La conferenza viene aperta dagli stessi coordinatori che introducono la biografa ufficiale dell’artista, Giada Diano, che delineer  la vita dello stesso attraverso la sua opera, attraversando dunque gli anni parigini in cui Ferlinghetti si scopr casualmente pittore fino ad arrivare alla beat generation, anni in cui ad afferrarlo fu la poesia. Per approdare, infine, all’arresto causato dalla pubblicazione di “Urlo”, poema di Allen Ginsberg, considerata allora una lettura provocatoria e quindi censurata.
Approfondir , poi, il rapporto particolare che l’artista ha con la pittura e in particolar modo con Napoli, considerata quasi una seconda patria. A far parte della mostra “Sulla rotta di Ulisse” è un dipinto presentato in anteprima mondiale, in cui Ferlinghetti attraversa parte del viaggio dell’eroe omerico. Le pennellate, decise e vive su carta semplice, mostrano l’ironia con cui l’artista tratta il mito, inserito all’interno di uno scenario Antico con cui l’arte contemporanea è perfettamente intrecciata.

Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli “Lawrence Ferlinghetti al MANN”, Fino al 17 giugno 2013.
La manifestazione, organizzata dal Servizio Educativo della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, dal Pen Club Italia Onlus, dall’Associazione Neapolesia e dall’Associazione Angoli Corsari, prevede l’ingresso gratuito fino ad esaurimento posti con obbligo di prenotazione ai numeri 081 4422273 e 081 4422270, dal luned al venerd dalle ore 9 alle ore 15.
Nelle foto, un’immagine dell’interno del MANN (Museo Archeologico Nazionale di Napoli) e la locandina della manifestazione.