“Matriosca” di Pasquale Ferro, tante piccole grandi storie, tante piccole grandi immagini, proprio come una Matriosca usciranno sul palco di “Unospazioperilteatro” di San Giorgio a Cremano (Via S. Giorgio Vecchio, 31- tel. 081 5744936).
In scena tre attori, Anita Pavone, Raffaele Speranza e Vincenzo Iavarone che interpretano prostitute, trans, donne, uomini, raccontando il vissuto sui marciapiedi, il quotidiano, il sogno, tutto in una chiave leggera che rasenta la comicit . Sabato 23 febbraio alle 21 e domenica 24, alle 18.30.
Ancora una volta Ferro porta sul palcoscenico la realt  iniziando con un Carluccio estrapolato dall’antropologo Abele de Blasio (di fine Ottocento) per passare ai giorni nostri, incontrando Ingrid, trans operata, emigrata in Germania e, ancora Tarantina, per arrivare alla vicenda vera di una mamma che diventa grande per il suo coraggio. E alla favola del Principe Ricchione, una tragicomica Cenerentola. Con un finale corale che evoca antiche nenie. “Storie minimaliste- per concludere con Ferro- che si raccontano addosso la dannazione dell’anima”.