Festa del Carmine, countdown. L’associazione NarteA si sta preparando all’evento con l’itinerario teatralizzato “Gli Echi della Rivolta” .Sabato 9 luglio (alle 20 su prenotazione), dalla Basilica del Carmine Maggiore al complesso monumentale di Sant’Eligio. La sera del 9 luglio 1647 Masaniello inviò ordini alle citt , ai castelli e alle ville vicino alla capitale chiedendo di mandare in piazza Mercato a Napoli uomini armati per la “difesa della pubblica libert “.
Questa data ricorda anche la presa della basilica di San Lorenzo, dove Masaniello si impossessò di alcuni cannoni custoditi nel chiostro. Il 9 luglio, si dice che il giovane pescivendolo ottenne l’autentico “privilegio”, concesso nel 1517 da Carlo V al popolo napoletano.
In una settimana Napoli cambiò volto. Ma il potere del denaro riportò tutti alle umili condizioni originarie. Tuttavia, Masaniello diventò mito.

Lo spettacolo ricorda quanto la forza di un popolo unito può essere capace per ribellarsi a qualsiasi sopruso. Testi e regia di Febo Quercia.
Interpreti Sergio Del Prete, Serena Pisa e Peppe Villa. La voce di Matteo Borriello far  da guida agli septtatori. Costumi di Antonietta Rendina. Prenotazione obbligatoria 339.7020849 334.6227785. La partecipazione costa 12 euro.

In foto, un momento della visita