L’era della digitalizzazione ha letteralmente trasformato e ridefinito i principali mezzi di comunicazione. Dal libro all’ebook, dal giornale cartaceo alle edizioni online passando per le immagini, vero punto cardine e futuro della comunicazione digitale. Proprio la fotografia è al centro dell’agenda culturale napoletana di questo inizio 2013. Dopo il successo del World Press Photo 12, infatti, un’altra manifestazione irrompe nella culla della grande fotografia. Grazie agli sforzi di “Flegrea Photo”, una giovane associazione nata nel 2012 costola di “Flegrea PARK”, il “Tennis Club Vomero” è scenario di cinque appuntamenti-documentari per ripercorrere le vicende artistiche di grandi fotografi italiani del 900 Gianni Berengo Gardin, Gabriele Basilico, Franco Fontana, Mimmo Jodice e Ferdinando Scianna.
Il prossimo appuntamento (8 febbraio 18.30) di “Fotografia Italiana” è dedicato a Franco Fontana, “maestro del colore”, che raccoglie il testimone di Gabriele Basilico. Proprio dal documentario dedicato a Basilico grazie alla sinergia tra “Giart-Visioni D’Arte, la cineteca di Bologna e “Contrasto” emerge il bisogno di testimoniare e quasi “realizzare con uno scatto la carta d’identit  di un luogo architettonico” della fotografia.
Per trovare l’inquadratura giusta del mondo del fotografo milanese, bisogna partire da lontano. Dall’incontro con quello che lui stesso definisce suo maestro, e che ne ha influenzato l’intera carriera e approccio alla fotografia Gianni Berengo Gardin. “Cercare l’inquadratura giusta è quasi una danza racconta il fotografo e Berengo Gardin mi ha insegnato il rispetto per il soggetto fotografato, sia esso un edificio, un paesaggio o una persona”.
Lo scatto è solo il momento finale di una ricerca più complessa. La fotografia è soprattutto testimonianza critica e impegno sociale. Dal lavoro a San Francisco e la scelta di non fotografare grandi aziende come Apple e Google ma abitazioni, i rapporti tra le strade principali e secondarie percorrendo la Route 101, fino ad arrivare nel cuore pulsante della Silicon Valley per catturare l’armonia geometrica di un percorso completamente on the road. Un modo per entrare in contatto con l’energia di un luogo, ponendo al centro dei suoi lavori la citt  contemporanea in tutte le sue sfaccettature, trasformando la fotografia nel più naturale punto d’incontro tra diverse realt .
Gli appuntamenti di “Flegrea Photo” mirano alla diffusione di tecnica e concentrazione di questi cinque grandi maestri che spesso, come nel caso di Gabriele Basilico, diventano testimoni di conflitti dimenticati. Uno dei lavori analizzati dal fotografo nel corso del documentario a lui dedicato riguarda proprio Beirut e il conflitto libanese, e il racconto di una citt  che “nonostante le ferite non aveva perso la sua dignit “. Il sottile filo rosso che lega questi cinque maestri è proprio la testimonianza. Attraverso i percorsi artistici, dettagli tecnici e vicende umane dei grandi protagonisti del 900 italiano, è possibile tracciare una mappatura dell’evoluzione di un linguaggio in continuo divenire.

Per saperne di più

Fotografia Italiana

Franco Fontana venerd 8 febbraio Ferdinando Scianna venerd 22 febbraio
L’ingresso è libero, Tennis Club Vomero via Rossini 6- Napoli
www.flegeraphoto.it

Nelle foto, la locandina degli incontri e Gabriele Basilico