Una vita con l’arte e per l’arte, plasmando la materia con amore profondo. Mercoled 11 marzo, ore 17.00, la Fondazione Humaniter di piazza Vanvitelli, Napoli, nell’ambito della rassegna “Novecento &Oltre, quattro incontri tra arte, antropologia e critica”, a cura di Franco Lista, è lieta di presentare “Clara Garesio, l’arte della ceramica”. A parlare dell’artista, napoletana di adozione, saranno Clementina Gily, Franco Lista, Francesca Pirozzi, Elena Saponaro e Maurizio Vitiello.
La sua ricerca personale nell’ambito artistico si è da sempre concentrata sui materiali ceramici (foto), a partire dal percorso formativo, avvenuto a Faenza. Siamo negli anni Cinquanta, in quella fucina di artisti dalla quale sarebbero usciti i grandi nomi della ceramica d’arte contemporanea. Negli anni Sessanta approda a Napoli dove viene convocata dal Ministero della Pubblica Istruzione per l’avviamento del nascente Istituto per la Porcellana di Capodimonte.
Quella di Clara è una storia d’amore per l’arte ma anche per ciò che significa infondere passione, tecnica e disciplina attraverso l’insegnamento delle materie artistiche. Non ha mai rinunciato ai suoi ragazzi delle scuole medie, con tutta la pazienza che l’approccio con gli adolescenti richiede, continuando al contempo a esprimere una creativit  che aveva bisogno di uscire allo scoperto, affidandola a disegni e terrecotte, realizzate nel suo laboratorio dei Colli Aminei. Proprio qui, l’arte si respira come una normale condizione familiare; i suoi lavori sono esposti tra quelli di Ellen G(sua figlia) e Giuseppe Pirozzi(il marito).
Dal 2000 in poi il suo talento è celebrato con diverse mostre-premio alla carrierae acquisizioni ai principali musei d’arte ceramica, sia in Italia che oltralpe. Tra i vari si ricordano nel 2005 il primo Premio Internazionale “Terra di Piemonte” per la sezione Arte Ceramica; nel 2006 una Mostra-Premio alla Carriera al Museo Artistico Industriale Cargaleiro di Vietri sul Mare.
Nel 2013 l’Unione Europea acquisisce la sua grande opera "In women hands" per donarla alla sede ONU di Ginevra (foto), l’anno successivo la nuova sede dell’EEAS di Brussels inaugura la sua collezione d’arte contemporanea con una sua opera.

Fondazione Humaniter
Piazza Vanvitelli, 15 – Napoli
Aula 11, 1 piano
Per info e contatti tel. 338 8345539
claragaresio@gmail.com