Andrs Neumann è il nuovo consulente artistico e strategico per la cultura della Giunta De Magistris. Il sudamericano creatore di eventi culturali ha accettato di lavorare a Napoli per 40 mila euro annui più le spese di viaggio.
Se una personalit  come la sua, dall’esperienza globale e dalla statura internazionale indiscutibile, decide di lavorare per Napoli può servire come appello a tutti ad avere consapevolezza, generosit  e soprattutto voglia di dialogare. E’ ciò che afferma chi innanzitutto lo ha voluto, Nino Daniele, Assessore alla Cultura di palazzo San Giacomo.
Per il Sindaco Luigi De Magistris Andrès Neumann ha una storia, una competenza ma soprattutto una passione. La cultura è economia, opportunit  di lavoro, di rilancio della nostra citt , di turismo e di valorizzazione dei tesori. Il prodotto interno lordo di Napoli si fonda sulla bellezza e sulla cultura e Neumann ci può aiutare a far conoscere tutto questo.
Napoli è una citt  dalla creativit  unica al mondo, l’aspetto che cercherò di contribuire a migliorare è la progettualit . Queste le prime battute di Andrs Neumann ai giornalisti.
Tra gli altri Neumann ha seguito Peter Brook, Ingmar Bergman, Andrzej Wajda, Pina Bausch, Dario Fo, Vittorio Gassman e Marcello Mastroianni. I primi suoi impegni riguarderanno il PAN ed il “tormentato” Forum delle Culture.
Certo viene da chiedersi se i tanti operatori culturali di questa citt  avrebbero potuto dare, in un momento cos difficile, un apporto almeno pari a quello del produttore teatrale boliviano. bene ricordare, con tutto il rispetto per uno dei creatori dell’estate romana, assieme al maestro Renato Nicolini, che Napoli esprime talenti culturali fuori dalle “prebende” istituzionali e al di sopra della logica della “cooptazione” della politica, costretti a lavorare altrove perch sistematicamente offesi dal “circuito” delle istituzioni locali.
Verr  il momento che si dovr  per forza di cose guardare a chi si autoproduce, a chi cresce fuori dai “palazzi”, a chi fa enormi sacrifici personali per portare Napoli nel mondo.
Speriamo solo che non sia troppo tardi.

In homepage, Andrès Neumann