Luci e ombre. Per una mostra curata da Paola Pozzi allo Spazio napoletano Frame Ars Artes al corso Vittorio Emanuele 423, da mercoled 20 (ore 19) al 24 gennaio. Fabio Burelli propone la sua Africa, ideale e romantica nelle foto in bianco e nero.Giovane artista ammalato d’amore per quella terra, piena di contraddizioni e di bellezza, vi torna ogni annp.
Paesaggi, scatti, figure immobili su sfondi grandiosi sono l’inizio della sua avventura fotografica. L’utilizzo del bianco e nero quasi a voler sottolineare il valore iconografico degli scatti, testimonianza più che partecipazione.

Ed è il colore delle gigantografie che segna il nuovo sentire,
la fascinazione e la comprensione che hanno catturato l’anima del giovane fotografo.
Volti di donna pieni di mistero, volti di bimbi dallo sguardo serio e dignitoso in un mondo in sfacelo.
Spiega l’autore «Ho sempre pensato che la forza della fotografia stia nel fermare il tempo e consegnare all’eternit  un’emozione da condividere. Ma è soltanto quando il tuo sguardo, la tua mente, la tua anima riescono ad oltrepassare la barriera di un diaframma professionale che avverti di esserne divenuto un autentico testimone».

Nella foto, una delle immagini in mostra