Futuro Remoto con il Cira, Centro Italiano Ricerche Aerospaziali, vivr  a Napoli dal 16 al 19 ottobre 2015 per la prima volta in piazza Plebiscito e in altre sedi cittadine è la 29esima edizione della rassegna di divulgazione della cultura scientifica e tecnologica promossa dalla Fondazione Idis – Citt  della Scienza in collaborazione con le Universit  della Campania.
Festa della Scienza con 400 protagonisti istituzioni, centri di ricerca, universit , associazioni culturali e artistiche, scuole. Sul tema “Le frontiere”. E la rassegna si inaugura gioved 15 ottobre alle ore 18.30 Citt  della Scienza (a Coroglio) nella sala Newtonproprio con la conferenza Matematica senza frontiere di Alessio Figalli, giovane e brillante matematico professore all’ University of Texas a Austin. L’incontro con Figalli sar  preceduta dagli interventi di Vittorio Silvestrini, presidente della Fondazione Idis-Citt  della Scienza, Francesco Pinto, direttore del Centro di Produzione Rai di Napoli e Gaetano Manfredi, rettore dell’Universit  degli Studi di Napoli Federico II e presidente della CRUI e dalla tavola rotonda “La Campania Felix nell’era dell’economia della conoscenza grandi progetti, prossime realizzazioni, la ricerca si racconta in tre minuti” con Luigi Ambrosio,
Andrea Ballabio, Luigi Carrino, Massimo della Valle, Giuseppe De Natale, Giovanni La Rana, Angela Orabona, Vincenzo Saggiomo.

Il grande “Villaggio della Scienza” in piazza Plebiscito con nove isole avr  mostre di foto e oggetti tecnologici, laboratori interattivi, workshop. Ogni isola un tema Innovazione viaggio e futuro, Cibo/Alimentazione, Mare, Corpo/Mente, Spazio, terra, Fabbrica, Comunicazione, Citt . Il Villaggio strutturato come l’antica agor  avr  un palco al centro per spettacoli, eventi, laboratori scientifici, incontri, manifestazioni dell’Esercito. Polizia. Vigili del Fuoco.
Percorsi tattili e pannelli in braille faciliteranno l’accesso ai diversamente abili, ipovedenti e non vedenti. Il Cira nel padiglione 5, Spazio, fornir  documentazione delle sue attivit  tra cui accesso allo spazio ed esplorazione, sicurezza del volo, monitoraggio dell’ambiente. In mostra modelli di sua invenzione come l’ala adattiva o ala intelligente nota come smart wing, l’IXV veicolo spaziale di missioni suborbitali in modo autonomo in ascesa a 420 Km e rientro nell’atmosfera alla velocit  di 7,5 Km al secondo pari a 27 volte la velocit  del suono, il cono di prua(nose) del X-38 velivolo di salvataggio dell’equipaggio Crew Rescue Vehicle, camera di combustione di un motore a razzo, velivolo USV-3 senza pilota per missioni nello spazio, capsula SHARK progettata e realizzata dal CIRA per testare il comportamento di un componente ceramico in condizioni ipersoniche. Tali studi ricerche progettazioni per lo spazio tornano utili nella realizzazione di oggetti, auto, aerei, chirurgia medica, per uso domestico o utile alla sicurezza. Il Villaggio Futuro Remoto è a ingresso libero.

www.cittadellascienza.it

In foto, la locandina della rassegna