Dedicata al mare, fonte di cibo energia e ricchezza, la ventottesima edizione di Futuro Remoto che si apre stasera a Citt  della scienza. Si comincia con il talk show “Tornare a galla” il recupero della Costa Concordia, condotto da Alessandro Cecchi Paone nella sala Newton.
Due le mostre principali GNAM Mare, realizzata con il cofinanziamento del FEP, e Orizzonte Mare, progetto europeo finanziato all’interno del VII Programma Quadro. Ci saranno installazioni interattive, acquari, vasche tattili, realt  virtuale e aumentata, nuove tecnologie. Un percorso per esplorare la fauna marina, le tecniche di pesca e i temi dell’alimentazione. Exhibit interattivi e prodotti multimediali metteranno a fuoco le caratteristiche del Mar Mediterraneo, e grazie a tre grandi acquari ci si potr  tuffare nella diversit  della vita tra fondali rocciosi e sabbiosi.
Orizzonte Mare si concentra sul mare del futuro, dai trasporti ai cambiamenti climatici, dalle fonti energetiche alla salvaguardia degli ecosistemi e scopriremo come la ricerca può aiutarci a preservare il Mediterraneo. Con una speciale applicazione i visitatori potranno diventare in protagonisti attivi della mostra.
Dal 30 ottobre, in occasione dell’inaugurazione di Futuro Remoto, a Citt  della Scienza si potr  arrivare in minibus. Il servizio sar  attivo durante gli orari di apertura ordinaria del Science Centre, con corse circolari, che prevedono tre fermate
Piazzale Tecchio (piazzale della stazione Campi Flegrei), Piazzetta Bagnoli (in corrispondenza dell’ingresso al Pontile), Citt  della Scienza.

Per saperne di più

www.cittadellascienza.it

In foto, la locandina dell’evento