La creazione artistica per lui è spazio che si sviluppa attraverso forma e colore. Come, Giuliano Dal Molin lo dimostrer  oggi (gioved 26 maggio) ai visitatori della sua prima personale napoletana che la galleria Lia Rumma di via Vannella Gaetani 12 inaugura alle 19. Ci si trover  di fronte a lavori piuttosto diversi tra loro, in cui l’elemento fondamentale è la luce opere che interagiscono con l’ambiente settecentesco in cui vengono esposte, una sorta di pittura che gioca con l’armonia e va in cerca di equilibrio. E l’obiettivo della sua sperimentazione è quello prorio, come lui stesso afferma di raggiungere Tu una dimensione ed un silenzio interiori .
Giuliano Dal Molin , classe 1960, è nato in provincia di Viterbo dove ancora vive. Varie esperienze lo spingono a percorrere parte dell’arte moderna e contemporanea fino ad arrivare nel 1987 a individuare un proprio percorso . Inizialmente si concentra sullla realazione tra materiali (metalli, polveri, pigmenti). Rilievi e forme essenziali concavi/convessi tendono quasi ad azzerare il colore, rimangono solo delle velature “tracce del gesto del dipingere”.
Ha partecipato, tra le altre mostre, alle collettive delal Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia nel 1984, 1989, 1991. Nel 1992 ha una sala personale presso la stessa Fondazione e nel 1993 è presente a deterritoriale" alla XLV Biennale di Venezia.

Galleria Lia Rumma

via Vannella Gaetani, 12 – 80121 Napoli – Tel +39 081 19812354
info@liarumma.it

Mella foto, un’opera di Giuliano Dal Molin