Napoli e oltre. Dal 26 febbraio al 30 aprile 2014, la galleria Prac | Piero Renna Arte Contemporanea (Via Nuova Pizzofalcone 2 ), ospiter  la mostra “Citt “, una collettiva incentrata appunto sul tema della citt  contemporanea vista, analizzata e rappresentata attraverso gli occhi di ben dieci artisti italiani e stranieri. “Gli occhi dei pittori fissano acutamente la contemporaneit , seguendo o addirittura contribuendo alla creazione di rinnovamenti culturali”. L’immagine della citt  è stata indagata innumerevoli volte da altrettanti artisti sin dall’ impressionismo per arrivare ai giorni nostri, mostrandosi di volta in volta affollata e dinamica, e spesso anche scenario di scontri sociali e drammi.
La mostra di Prac, organizzata in collaborazione con la Galleria Forni di Bologna, storica e prestigiosa realt  dell’arte contemporanea in Italia, offre un omaggio alla rappresentazione della citt  di dieci artisti nazionali e internazionali che propongono personali visioni e interpretazioni dell’idea di citt  contemporanea dalla ricerca pittorica di Andrea Baruffi ispirata alle atmosfere di William Hopper, con una nota ironica e surreale che la rende inconfondibile, agli spazi della pittura minimalista di Arno Boueilh, artista parigino appena trentenne, residente tra la Francia e Napoli; dagli scenari siciliani di Giovanni La Cognata, la cui fonte d’ispirazione è il fortissimo attaccamento alla sua terra, all’indagine scrupolosa della realt  di Alessandro Papetti tra le strade di Parigi e gli scenari di archeologia industriale, attraverso pennellate frenetiche e pastose; dai paesaggi urbani dello spagnolo Alejandro Quincoces, da vedute periferiche di edifici in costruzione a innumerevoli snodi autostradali come elementi viventi, alle rappresentazioni del pittore austriaco Gottfried Salzmann tra fotografia ed acquarello; dalla realt  dipinta dal napoletano Tommaso Ottieri, con le sue visioni metropolitane che scrutano le incertezze della nostra epoca, ai colori caldi della terra scelti da Giovanni Sesia per una perfetta combinazione tra spazi pieni e vuoti, resi da strumenti pittorici e grafici; e infine, dalla sapienza tecnica sorprendente e affascinante di Giorgio Tonelliche, che trasforma fabbriche, periferie e campi deserti in scenari metafisici fuori dal tempo e dallo spazio, alla pittura ispirata a una rappresentazione cruda, netta e allo stesso tempo visionaria e onirica di paesaggi naturali e urbani di Velasco.
“La Citt  è una stupenda emozione dell’uomo… il riflesso di tante storie” (R. Piano). L’evento, che si propone di essere appuntamento fisso annuale, prender  il via mercoled 26 febbraio 2014 alle ore 19,00. La mostra ha come enti promotori, l’ordine degli architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori di Napoli e Provincia, ed è realizzata grazie ai patrocini del Dipartimento di Architettura dell’Universit  degli Studi di Napoli "Federico II", dell’associazione nazionale ingegneri architetti italiani sez. Campania e della Fondazione Internazionale per gli Studi Superiori di Architettura.

Per saperne di più
+39 081 7640096/ 349 2876951
prac.galleriarenna@gmail.com
www.galleriarenna.com/galleria/

<

Nelle foto, in alto, un’opera di Baruffi; in basso, un lavoro di Boueilh