Quando uno spazio diventa una “pagina trasparente” pronta ad accogliere il di-segno del quotidiano, allora il luogo è crocevia di scambi creativi, interazioni, traduzioni del ricordo. La storica galleria napoletana Serrao, nella sua sede parigina di Rue Jules Valles 16 st Ouen, propone la seconda parte della mostra “Parete ad Arte” a cura di Tiziana Gelsomino e dell’artista Carmine Rezzuti.
Dopo il grande successo di pubblico avuto nella prima tappa parigina di settembre, con i campani Angelo Casciello, Franco Cipriano, Gerardo Di Fiore, Mario Persico, Carmine Rezzuti, Quintino Scolavin e la californiana Cherish Gaines, il talento del nostro territorio viene riproposto oltralpe, consolidando il ponte tra Napoli e la capitale francese, da sempre attratta dalle fascinazioni del simbolismo magico, nota distintiva della tradizione figurativa e dell’immaginario napoletano. La mostra ha lo scopo di aprire un dibattito artistico e culturale pluralistico di ampio respiro.
«Oggi la produzione creativa cresce qualitativamente, l’arte è legata alla percezione individuale e alla discontinuit  manuale. Questo è il prodotto degli artisti e delle loro sensibilit  che usano vari linguaggi per produrre segni nella modifica del concetto di comunicazione con il fine segreto di arruolare nella fascinazione del sogno lo spettatore».
Gli artisti della nuova esposizione.Luca Gioacchino Di Bernardo è nato a Napoli nel ’91 e frequenta l’Accademia delle Belle Arti; nel 2010 vince il premio di poesia Ho un Barocco per la testa e attualmente è stato selezionato per la terza edizione della mostra-concorso Sette Opere per la Misericordia.
Carmine Di Ruggiero allievo di Emilio Notte nella Scuola di Pittura dell’Accademia di Belle Arti di Napoli Nel 1964 è invitato con un gruppo di opere alla Biennale Internazionale d’Arte di Venezia. Nel 1976 è tra i fondatori del gruppo Geometria e Ricerca stato titolare della cattedra di Pittura dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e direttore delle Accademie di Belle Arti di Catanzaro e di Napoli.
Rosaria Matarese nasce a Napoli nel 1941, dovei suoi studi al liceo artistico proseguono con il corso di Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Napoli, sotto la giuda del mastro Giovanni Brancaccio. La ricerca espressiva di Rosaria si è sviluppata nel corso del tempo, su un arco di grande ampiezza linguistica, in cui futurismo e dadaismo hanno un rilievo centrale.
Salvatore Paladino; artista napoletano fortemente legato al Sannio, dove è presente con opere come “Memoria” dedicata alle vittime dell’Olocausto ed esposta nei Giardini dell’Arcos – Museo di arte Contemporanea del Sannio.
Carla Viparelli vive e lavora tra Napoli e Maratea. Laureata in filosofia, espone sin dal 1986, in gallerie private, spazi istituzionali, Istituti di Cultura esteri; ha ideato e diretto laboratori al Centro di Igiene Mentale dell’Ospedale di Caserta, il Centro Riciclaggio creativo Re Mida.
Salvatore Vita(Vitagliano) dal 1996 a oggi ha insegnato nelle Accademie di Belle Arti di Napoli, Catania, Sassari e Foggia, Ha al suo attivo mostre nelle principali citt  italiane ed europee nonch esperienze di collaborazione con registi e drammaturghi di respiro internazionale.
Natalino Zullo vive e lavora a Napoli. Ha sempre adoperato differenti materiali per la sua espressione visiva, tra cui materiali plastici, bronzo, vetro, marmo, legno. Ha partecipato a diverse mostre ed eventi nazionali ed internazionali, come la Biennale di Venezia.
Lo spazio. La galleria Serrao nasce nel 1950 nella storica sede di piazza degli Artisti al Vomero, come punto di riferimento per l’antiquariato di pregio a Napoli. Umberto Serrao rappresenta la terza generazione di antiquari nonch punto di svolta per l’azienda di famiglia alla quale ha saputo dare un respiro internazionale e apertura nei confronti delle espressioni contemporanee, coniugando insieme tradizione, esperienza e competenza.
Nel 1988 apre la sede di Piazza San Pasquale a Chiaia e nel 2013 la sede parigina di Rue Jules Valles. E proprio il 2013 è per la galleria un anno di svolta poich apre i suoi spazi all’arte contemporanea, a partire dalla mostra di Cherish Gaines alla quale fanno seguito tante altre, a conferma di Napoli come citt  dell’arte che non dimentica le sue tradizioni ma riesce ugualmente a stare “sul pezzo”, vantando nel campo esperienza e qualit  della produzione creativa.

Galleria Serrao
Rue Jules Valles 16 93400 st Ouen Parigi (FR)
Piazza San Pasquale, 8/9 Napoli. Sede principale

Per saperne di più
www.facebook.com/GalleriaSerrao

Nelle foto, in alto, un’opera di salvatore Paladino. In basso, da sinistra lavori di Viparelli, Zullo e Matarese