Rosa Panaro è la protagonista del secondo incontro di lettura “Generazioni allo specchio davanti a un libro” organizzata da Tempo Libero con le altre associazioni Avocealta, Le Nuvole, Soup, Cavalcavia. Gioved 26 gennaio dalle 16,00 alle 17,30 la scultrice, infatti, dialogher  con i lettori di brani dei suoi cataloghi sul modo di raccontare la realt  e la finzione attraverso i suoi lavori. Nella biblioteca F. Flora, in via Nicolini 54, nel quartiere San Carlo All’Arena.
"La rassegna rientra- afferma Clorinda Irace, presidente di Tempo Libero – nel percorso dell’assessorato alla cultura del Comune di Napoli per diffondere la lettura e far conoscere le proprie biblioteche ignote a tanti".
Tra i prossimi protagonisti dell’iniziativa che si protrarr  fino a maggio, Tullia Matania, Rosaria Iazzetta, Donatella Gallone, Pietro Loffredo.
“La Napoli dell’arte, delle donne, dei giovani” è il titolo di questo primo ciclo di incontri di arte e cultura (che si snoder  in sette biblioteche comunali di Napoli) e vede la partecipazione di studenti, giovani e meno giovani a confronto con gli autori.
La prima tappa è stata inaugurata il 18 gennaio dallo scenografo/pittore Tony Stefanucci e continuer  il 9 febbraio con lo scrittore Massimiliano Virgilio.
Nata come provocazione (Siamo tutti alla ricerca di un po’ di spazio libero)-commenta la presidente -TempoLibero è un’associazione culturale nel vero senso della parola. Il nostro unico scopo è quello di permettere ai soci e agli amici un utilizzo "colto" del proprio, raro e prezioso, tempo libero.
In un soppalco del centro storico di Napoli si svolgono tutte le attivit  dell’associazione attraverso dibattiti in cui i partecipanti si scambiano idee, informazioni su tutto ciò che riguarda la cultura nata alle pendici del Vesuvio.
“Abbiamo costituito un comitato di lettura per il Premio Napoli- continua Irace -promuoviamo artisti locali con mostre in varie location, presentiamo libri e incontriamo scrittori, poeti, artisti. Inoltre, organizziamo convegni dedicati a temi di interesse comune, quali l’ambiente, le donne, i giovani. Abbiamo promosso a Napoli lo spettacolo "Libere" di Cristina Comencini al Teatro Sannazzaro e siamo in contatto con "Se non ora quando", una nostra delegazione è andata a Siena per la manifestazione.
Se non ora quando ha mostrato come l’azione delle donne possa essere oggi matura e incisiva e proprio a loro l’associazione ha dedicato la prima tappa di Generazioni allo specchio davanti a un libro.
“Le donne oggi sono pronte a prendere in mano le redini della societ  e a guidare quest’ultima verso una valorizzazione dei giovani, dell’ambiente, della natura conclude Irace – Sembra un sogno, è vero, ma potrebbe divenire realt  in un futuro non molto lontano. Le donne hanno – al di l  – dei tanti limiti delle singole persone – una sensibilit  che le porta a "prendersi cura" dell’altro chi meglio di loro, allora, potrebbe "curare" questa nostra disastrata societ “?

In foto, la locandina dell’evento dedicato a Rosa Panaro domani alla biblioteca Flora