Sul tuo sito, nelle notizie che ti riguardano, scrivi, designer, specializzata in gioielli contemporanei. Perch i gioielli? Un amore bambino o una passione adulta?
Il gioiello è un punto d’intersezione tra corpo, design e moda. E’ come una microarchitettura, fatta di peso,
materia, composizione e funzione. Ho inziato prestissimo a dedicarmi al gioiello un pò per gioco, un pò per
guadagnarmi qualcosa. Lavoravo con materiali poveri come pellame, carta, ferro in assemblaggi vari. Poi
intorno ai 20 ho iniziato a lavorare con le gallerie e a studiare più seriamente progettazione.

Come mai hai scelto la parola Phogenesis per il progetto al Plart?
Phogenesis dal greco indica “specie”, “crescita” e in questo progetto si riferisce allaccrescimento delle
forme e lo sviluppo delle stesse nello spazio tridimensionale., attraverso una serie di operazioni di modellazione
solida. Phogenesis quindi come possibilit  di espansione, evoluzione organica e geometrica al
contempo.
Seta, plexiglass, argento. Combinazione alchemica o reazione poetica?
La mia ricerca è incentrata sui nuovi materiali, sui processi di autoproduzione e sulle nuove tecniche di
produzione seriale. L’intento è quello di ibridare l’antico con il contemporaneo, anzi con il “futuristico.”
Vivere, pensare, fare…
Vivere pensare fare design. Il fare è una dimensione fondamentale nella mia vita.
Il progetto teorico a mio avviso nutre quello concreto e viceversa… è pensiero e azione insieme.
Trasformazione una parola esatta per unire elementi distanti?
Non parlerei di trasformazione… più che altro di comporre forme, materie, pensieri.

Per me il design è alchimia, imprevedibilit  e la sperimentazione è la base portante di tutto ciò.
Qual è la tua modalit  di lavoro?
Tanta ricerca… Il progetto nasce a met  tra un computer e un foglio di carta all’aperto.
Napoli…
Penso che ogni essere umano abbia un legame indissolubile con la propria terra e personalmente sento
questo legame molto forte. Amo Napoli in maniera incondizionata e nonostante viaggi tanto ho sempre
una grande gioia nel cuore quando torno in citt . La qualit  della vita può essere valutata con tanti parametri
diversi… dipende solo da quello che ognuno di noi ricerca.

*giovane designer napoletana., Chiara Scarpitti ha creato per la Fondazione Plart la nuova collezione di gioielli Phogenesis

In alto, Chiara Soukizy fotografa un "colletto" disegnato dall’artista

Per saperne di più
www.chiarascarpitti.com