Evviva la danza è il caso di dire. Che la danza meriti più attenzione e attenzioni è un dato di fatto, ma per fortuna c’è chi alla danza ha dedicato una intera vita e con impegno e passione ha voluto indirizzare le sue energie alla diffusione di questa forma di arte che da sempre attrae i giovani, anche se in pochi poi arrivano fino in fondo a causa dell’impegno e del sacrificio che lo studio richiede. Gabriella Stazio, presidente di Movimento Danza (Ente di Promozione Nazionale riconosciuto dal Ministero per i Beni e le attivit  Culturali e dall’Unione Europea, nonch membro dell’International Dance Council-Unesco), organizza la nona edizione della Giornata Mondiale della danza e di tutte le forme espressive legate allo spettacolo e all’arte in genere. Si festeggia il 25 aprile al Pan Palazzo delle Arti di Napoli (mentre in tutto il mondo lo si fa il 29, data scelta dall’Unesco, in omaggio a Jean-Georges Noverre grande riformista della danza nato il 29 aprile 1727), con un ingresso libero e una no stop dalle 10 alle 20. L’attenzione, come sempre, è dedicata ai più giovani, agli ex allievi oggi ballerini e a quanti amano al danza. Cifra comune di tutta la manifestazione è la contaminazione. Poesia, danza, musica, pittura, installazioni e performance di movimento e poesia, videoart, video danza, videoinstallazioni e tutto quanto fa spettacolo saranno gli ingredienti di questa ricchissima giornata. Tanti gli artisti coinvolti: Max Bartolini, Alessandro De Vita, Sandro Sommella, Alessandro Leone per il Circolo Artistico Ensemble, Achille Fiorillo, Sabrina Carnevale e Francesco Passantino. Ospiti d’onore di questa edizione: Ambra Vallo prima ballerina del Royal Ballet di Birmingham che legger  il messaggio ufficiale della Giornata Mondiale, Anbeta Toromani, vincitrice di una delle edizioni del programma televisivo “Amici” e Alessandro Macario primo ballerino del Teatro di San Carlo. Evento più unico che raro sar  l’esibizione di Gabriella Stazio, insieme ad alcuni famosi ballerini. Da non dimenticare il gioco del Grande Slam, che giunge quest’anno alla sua terza edizione: una competizione tra giovani artisti che si cimenteranno in brevi performance e che saranno valutati da un giuria. Un modo allegro e formativo allo stesso tempo per mettersi in gara.

Ma gli eventi non finiscono qui. Per gli amanti della danza mercoled 28 aprile, al Teatro delle Palme di Napoli, si celebrer  “II Gala Internazionale di danza-Citt  di Napoli” con Alessandro Macario, primo ballerino ospite internazionale e direttore artistico dell’evento. Una serata dedicata alla grande danza con grandi nomi del palcoscenico italiano e internazionale. Anbeta Toromani, Ambra Vallo, Maria Lucia Segalin, Breno Brittencourt, primo ballerino dell’ Aalto Theater Essen; Sara Ricciardelli, prima ballerina dell’Het National Ballet, Antonio Aguila, Stefania Figliossi e Hektor Budlla dell’Aterballetto. Il programma non potr  non regalarci tante emozioni con passi tratti da “Romeo e Giulietta”, “Sheherazade”, “Fiamme di Parigi” e molto altro. Lo spettacolo, organizzato da Marcello Pepe (ballerino del Teatro San Carlo), in co-produzione con l’Associazione “Dansepartout” e “Triunfo”, ha il patrocinio del Comune di Napoli dei Comuni di Nocera Superiore e di Nocera Inferiore, della Provincia di Napoli e della Regione Campania. Uno spettacolo di qualit  assicurano gli organizzatori. E noi non aspettiamo altro. Speriamo, invece, che il pubblico non deluda la danza e partecipi numeroso.

Nella foto, Anbeta Toromani e Alessandro Macario

LA NOTIZIA – L’ACCADEMIA SVELATA

Tra artisti di ieri, oggi e domani…alla scoperta dei tesori dell’Accademia di Belle Arti di Napoli Domenica 25 aprile (ore 10/14) per le iniziative di primavera in Accademia di belle arti di Napoli, secondo appuntamento con “L’Accademia svelata”. Tra le sale della Pinacoteca e quelle della Gipsoteca, i laboratori dei maestri dell’Accademia e la Galleria del giardino, la manifestazione propone percorsi dedicati per adulti e bambini e
prosegue per tutte le domeniche di maggio (più le domeniche 20 e 27 giugno) per altrettanti incontri, visite guidate, momenti di spettacolo, letture in collaborazione con i laboratori sperimentali di didattica dell’arte, le associazioni “A voce alta” guidata da Marinella Pomarici e “Malatheatre” diretta dalla regista Ludovica Rambelli nell’ambito dell’annuale iniziativa “La domenica in Accademia”.