Una magnifica ossessione, la figura umana. Che lo insegue da quando Giustino Calibè, classe 1950, è appena un ragazzo, frequenta, la scuola di nudo dell’Accademia di belle arti di Napoli e ha come maestri, prima Gennaro Iandolo (molto passionale), e poi Giuseppe Pirozzi (più razionale). Ragione e sentimento cos si mescolano nel suo percorso artistico producendo un variegato paesaggio di persone, interrotto solamente alla fine degli anni ottanta da una imponente massa di colore che esclude le forme.
E fedele alla sua ossessione, anche questa volta, nella mostra Humana, inaugurata ieri nella sala delle terrazze di Castel dell’Ovo propone, in dipinti , disegni e poesie, i fantasmi dei suoi pensieri. Sinuosi, spettrali, un po’ allucinati, esaltati dai colori forti come il rosso, punteggiati a volte da molte sfumature o scarniti in tonalit  più scure, lievitano sulla tela, la posseggono e si offrono, indifesi, allo sguardo degli spettatori. N donne , n uomini, ma gli uni e gli altri contemporaneamente il maschile si mescola al femminile e nasce un essere unico, al di l  di quel dualismo che indebolisce la vita nel flusso quotidiano.
«Questa nuova mostra di Calibè- spiega la curatrice Clorinda Irace nel testo che accompagna l’evento- è un invito per il pubblico a incontrare un autore che, con i tratti essenziali e nitidi della sua arte, sollecita a guardarsi dentro. Perch compito dell’artista, in un tempo che rifugge l’approfondimento e mira al consumo veloce anche in campo culturale, è indurre il fruitore a fermarsi, a riflettere, a interrogarsi».
Il gesto del dipingere e disegnare si completa in versi che parlano dell’anima, spesso «la realt  è sogno/il presente è passato/ ed è gi  un ricordo, dolcissimo, amaro». Le emozioni e la sensibilit  dell’artista respirano in un movimento continuo, simile a incessanti “bradisismi mentali”, a cambiamenti che impediscono l’invecchiamento delle idee. Il nuovo non smette mai di suonare alla sua porta.

Giustino Calibè
Humana
Figure monumentali e disegni 2007/2014
Fino al 20 settembre
Orario mostra10.30-18.30 festivi10.30-14

In foto, l’artista e alcune delle opere proposte nella mostra inaugurata ieri, nella maginifca cornice partenopea di Castel dell’Ovo