Maestra di lustrini, paillettes, piume e ciglia finte all’insegna del divertimento, insegnando l’affascinante scoperta di s. Candy Bloom , ovvero Francesca Filardo (foto), che la sua esperienza l’ha accumulata lavorando per il teatro e per la televisione da costumista di spettacoli, offrir  un assaggio gratuito di burlesque alle donne di ogni et  in due appuntamenti. Il primo a Napoli, il secondo a Pozzuoli venerd 26 giugno, alle 20 all’ "Havana dance calle 45", Via Benedetto Croce, 45- e mercoled 1 luglio ore 20 da "Charta Rubra", Viale Bognar, 1.
Che cos’è il burlesque? Un’arte teatrale con antiche origini in Inghilterra. Nata per sbeffeggiare le nobili cortigiane e i loro lascivi costumi, diventa materia letteraria per scrittori che ne scrivono veri e propri testi teatrali. Nel tempo si trasforma accogliendo assimilando molti tipi di arti come la danza, l’arte circense, il mimo e adeguandosi ai gusti e costumi dei paesi in cui arriva. A Napoli c’è n’è traccia nel Caf Chantant all’inizio del Novecento. Dopo decenni di assenza, rieccolo dall’America, trasformato in neoburlesque o new burlesque, intrattenimento sensuale e malizioso. Un gioco di seduzione dove si mescolano provocazione e parodia, sensualit  e disvelamento con suspense per una promessa di strip, non sempre soddisfatta e mai integrale.
La voglia di burlesque è esplosa sotto il Vesuvio. Molte le scuole di danza, le associazioni culturali, i locali notturni e i teatri che gli dedicano spazio con corsi e incontri. Un modo creativo per prendere confidenza con le proprie curve. E rivalutare l’importanza di essere femminili senza volgarit .