Ventisettemila euro per giovani videomaker e imprese sociali. E’ la cifra messa in palio per il concorso di idee Go sud, alla  ricerca del possibile nei luoghi della cultura. E, infatti, la premiazione avverrà in  un luogo della cultura per eccellenza, il museo archeologico nazionale di Napoli giovedì 5 aprile, alle 18, nella sala del toro farnese.
L’iniziativa è promossa e organizzata dal gruppo del Mezzogiorno dei cavalieri del lavoro per le regioni Campania, Basilicata, Puglia e Calabria, con il patrocinio di Mibact e Anci.
Azione 1. Finalisti per la realizzazione di videoclip in  piccoli centri (con una popolazione fino a 15mila abitanti) delle regioni del Mezzogiorno, rivolto a giovani tra i 18 ed i 25 anni, sono: Rossella Abbattista (Puglia) con “Oggi ti presento i miei”, Bruno De Masi (Calabria) con “In Calabria… il mio borgo”, Giovanna Grimaldi (Campania) con “Il mito di Masaniello” ed Alessia Tricarico (Puglia) con “Il mio video preferito” (canale youtube: Go Sud 2017).
Azione 2. Tre quelli per la valorizzazione dei luoghi della cultura attraverso il merchandising di qualità: Emanuela D’Angelo (Campania) con Nabracelet, bracciale con ciondoli/miniature raffiguranti opere d’arte, ispirato alle collezioni museali del meridione; Nesis – Gli Amici di Nisida, laboratorio di ceramica con i ragazzi dell’istituto penitenziario minorile con “Piatti in ceramica”, ispirati alla collezione dell’Archeologico di Capua; Samb & Diop, laboratorio L’Avventura di Latta con i rifugiati politici e immigrati africani (Campania) che propongono “Iside alata” (bracciale e girocollo con ciondolo, foto), dedicato alla dea della maternità, presente nella sezione egizia del Mann.
Spiega Antonio D’Amato,  presidente della federazione nazionale dei cavalieri del lavoro: «Go Sud è una chiara testimonianza dell’impegno dei cavalieri del lavoro nella formazione dei giovani, nello sviluppo delle loro capacità imprenditoriali, nella diffusione della cultura d’impresa e nelle attività nel sociale. Ingredienti necessari per la crescita del benessere economico e sociale dell’Italia e del Meridione».
Diciannove i giurati che hanno selezionato le proposte, 4 le regioni coinvolte, 54 i cavalieri del lavoro  impegnati a sostenere il concorso in 12 mesi di lavoro. I partecipanti all’azione 1 sono stati 21 con un’età media di 23 anni. All’azione 2 hanno preso parte 26 tra associazioni, imprese sociali e comunità, con un’età media dei partecipanti di 25 anni. Con un forte impatto anche sui social.
Per saperne di più
www.gosud.it/
www.facebook.com/gosud2017/
www.instagram.com/gosud2017/