Dalla rete alla realt . A volte succede. Che da facebook nasca l’esigenza di confrontarsi da vicino. Accade al gruppo virtuale delle guide turistiche che hanno decisodi organizzare un meeting all’Hotel Astra di Ferrara il 24 e 25 novembre.
Ogni guida deve conoscere il territorio in cui si muove come la propria abitazione, ma per trasmettere passione e cultura, varcando i confini della quotidianit , il web è indispensabile. E a Ferrara si parler  di webmarketing, networking, associazionismo, vocal coaching e altro. Obiettivo rendersi più competenti e visibili su un mercato che si apre sempre più e soprattutto cambia. Per arginare lo strapotere dei grandi tour operator stranieri, si affermano i servizi “didattici” offerti dai gestori museali e aumenta sempre più il turismo individuale, di nicchia, low cost.
Fondato nel 2008 dalla romana Barbara Nacinelli, il gruppo fb conta oggi circa 1.000 membri e 17 amministratori. “Guide d’Italia” si propone come luogo virtuale per condividere informazioni e discutere dei problemi di categoria, ma anche per il piacere di affermare l’identit  di una professione bellissima.
Unico requisito per entrare nel gruppo avere una abilitazione di guida turistica conseguita in una citt  italiana; il controllo è fatto sugli elenchi ufficiali nei siti web istituzionali di province e regioni. Il gruppo si arricchisce costantemente delle idee e dell’entusiasmo dei singoli membri, diventando un riferimento fondamentale per chi illustra storia, arte e tradizioni italiane.
Punto d’incontro, Ferrara su suggerimento del collega umbro, Tiziano Ficola, all’indomani del terremoto in Emilia per sostenere e promuovere una delle perle d’Italia danneggiate dal sisma del maggio scorso. Il meeting vuole essere il primo di una lunga serie di appuntamenti per l’aggiornamento professionale, per discutere di nuove metodologie e strategie di comunicazione. E, soprattutto, per un turismo di qualit .

In foto, il duomo di Ferrara