I piccoli principi del Rione Sanità arrivano al Madre, museo napoletano del contemporaneo. Tutto nasce da una visita didattica, nel settembre 2016, alla mostra di Mimmo Jodice, Attesa 1960-2016, la prima visita in un museo per molti di loro. Che fa scattare la scintilla della passione per l’arte in un numeroso gruppo di bambini del Rione Sanità, a Napoli.
Una passione che si sviluppa ulteriormente in un Laboratorio di pittura creativa, gratuito e volontario, sostenuto dalla Fondazione Alberto e Franca Riva Onlus, membro della Fondazione di Comunità San Gennaro che sostiene molteplici progetti all’interno del Rione Sanità.
Settanta bambini e adolescenti  della Sanità, tra i 6 e i 17 anni, hanno letto Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, cercando di scoprire nella loro realtà quotidiana cosa è “invisibile agli occhi, ma si vede solo con il cuore”: una volta la settimana hanno frequentato le strutture di Punto Luce, Altra casa e Casa dei Cristallini, con il coordinamento di Alessandra Gavazzi.
Grazie all’aiuto degli educatori e alla guida di Trisha Palma, studentessa dell’istituto d’Arte di Napoli, i bambini hanno sperimentato e imparato le diverse tecniche di disegno e pittura: acquerello, tempera, matita, colori a cera, puntinismo, spugna, murale, strumenti per esprimere la propria emotività e per raccontare le loro paure, sogni, speranze, il rapporto con i genitori e il loro quartiere.
Al Punto Luce, i ragazzi più grandi hanno realizzato un  murale utilizzando le frasi più belle dell’opera francesementre nel corso dell’anno sono stati realizzati oltre 3000 disegni e i commenti dei bambini sono stati raccolti in report dettagliati. Da qui si è sviluppato un ulteriore laboratorio di scrittura partecipata, a cura della giornalista e scrittrice
Cristina Zagaria. Il tutto raccolto nel libro I Piccoli Principi del Rione Sanità che verrà pubblicato da Edizioni Piemmecollana Il Battello a Vapore, in ottobre.
E lunedì , dalle 10.30 alle 19.30,  questi disegni saranno esposti al primo piano del Madre, nella sala delle colonne, dove  bambini racconteranno ai visitatori la loro esperienza.
In foto, uno dei disegni che saranno esposti
Per saperne di più
http://www.madrenapoli.it/