Surrealismo e ironia, esoterismo e una manciata di follia nell’Antico Regime secondo Chiara Coccorese. La giovane artista partenopea è in mostra presso gli spazi della Galleria Dino Morra Arte Contemporanea, via C. Poerio 18, con l’esposizione di quattro foto-dipinti dallo spiccato sapore fiammingo che interpretano in chiave simbolica le quattro carte da gioco, in un insolito accostamento di figure provenienti dal mondo carte francesi e napoletane. Ancien Rgime è il titolo del ciclo e della mostra che sar  aperta al pubblico fino al 25 Gennaio 2012. Sono opere in tecnica mista dove la fotografia, la pittura, l’illustrazione e la scenografia si fondono in un quadro eterogeneo di interventi. La Coccorese utilizza la post produzione, ciò che si qualifica come intervento grafico sull’opera fotografica, come una vera e propria tavolozza pittorica digitale. La sua perizia tecnica è innegabile ma non stucchevole. La profusione di minuzie e particolari non è mai fine a se stessa ma sottende ad un piano simbolico superiore. “La mia arte rappresenta un ricordo, una storia, una sensazione provata da bambina; ma anche una riflessione su certi aspetti della realt . come prendere costantemente appunti da ciò che mi passa per la testa e tradurli in un’immagine concreta”. In Ancien Rgime il percorso si apre con la superbia rappresentata dalla Regina di Fiori che fa da contraltare all’avarizia del Re di Denari; nel secondo lavoro l’amore malato tra la Regina di Cuori ed il violento Re di Spade è in evidente contrapposizione con l’arazzo che fa da proscenio ai reali e raffigura una scena di idillio amoroso. Il ciclo prosegue con il sacrificio, rappresentato dalla rinuncia del Re di Coppe che rovescia il contenuto del suo strumento ed una Regina di Picche il cui volto è memore e afflitto dal voto di castit . L’opera si chiude con la severa Regina di quadri e il burlone Re di Bastoni, in uno scenario apparentemente ironico dove una crepa nel muro è il triste presagio dei cambiamenti a venire. l’Antico Regime, oggi come nei secoli cos duro a morire, che mostra i segni di un cedimento strutturale che affonda le radici dell’incertezza proprio nel suo apparente istinto alla conservazione. la materia che fagocita se stessa, la natura che si autoregolamenta per ristabilire un ordine e dei confini che l’uomo di sovente valica per saziare un desiderio ancestrale di prevenzione e dominio. Ma non si può prevenire ciò che non si può prevedere e spesso la vita come il gioco è beffarda e irrazionale.

LA GALLERIA
Nato come spazio di incontro tra arte e interior design (nelle sue spinte futuristiche come nelle sue note bohemièn e retrò), la galleria-studio si è naturalmente trasformata, con un processo rapido ma consequenziale, in uno spazio espositivo a tutti gli effetti dedito all’arte delle giovani leve del Contemporaneo. Alla luce della fruttuosa partecipazione all’esposizione torinese THE OTHERS, la galleria Dino Morra apre la nuova stagione con la mostra personale di Chiara Coccorese alla quale faranno seguito un fitto calendario di eventi.
INIZIATIVE NATALIZIE
In occasione delle ricorrenze natalizie è stato presentato il calendario 2012 realizzato con le opere di Chiara Coccorese. Il ricavato delle vendite sar  interamente devoluto in beneficenza.

Dino Morra arte contemporanea
via Carlo Poerio 18, Napoli
Orari luned-venerd, 16.00/19.00;
sabato su appuntamento
Info e contatti tel. 081 19571824 cell. 392 9420783
morra.dino@gmail.com
www.dinomorraartecontemporanea.com

In foto, uno scorcio da "Ancien Rgime"