Inquietanti e vivaci colori fanno da sfondo alle donne con il burqa di Mimmo Di Dio. L’artista casertano inaugura, sabato 9 ottobre dalle ore 12, la sua personale “Bon Voyage” alla galleria “Il ritrovo di Rob Shazar” (in via Diaz 26) a Sant’Agata dei Goti. La sua ricerca artistica parte da un’appassionata ricognizione dell’immaginario legato alla civilt  del Mediterraneo. Rivisita nelle sue opere tempi lontani che rivivono attraverso un linguaggio fatto di segni e di simboli.

La mostra si completa di una narrazione per immagini: una donna vestita con un burqa rosso, protagonista di una serie di azioni ed eventi semplici, quotidiani, quasi irrilevanti nella banalit  del loro manifestarsi: leggere, stirare, innaffiare o potare una pianta, offrire il caffè a un ospite. La particolarit  è nella tonalit  cromatica, accesa e vivace, che si contrappone allo sfondo nero.

Questa apparente banalit , resa con un grande rigore formale, i fondi antracite del tessuto, la regolarit  della dimensione quadrata, impiegati per dilatare la percezione spazio-temporale della visione, è fortemente intrisa di temi sociali e politici. Davide Auricchio, in uno dei testi che accompagnano il catalogo scrive: “Sembra quasi che questa figura voglia riabilitare la sua immagine, che voglia mostrarci l’assoluta normalit  della sua esistenza… In verit , Mimmo Di Dio, utilizza intenzionalmente questo simbolo ormai abusato della contemporaneit  per svelare una complessit  che è tutta insita nell’ambiguit  stessa di una figura che cela la sua vera identit “. La sua arte reca i segni e le tracce di una simbologia quasi ancestrale, le figure appaiono monadi e icone, non solo di una cultura lontana, ma quasi surreale e immaginaria.

La mostra, che sar  visibile fino al 28 novembre, è accompagnata da un catalogo con testi di Davide Auricchio, Rosaria Emilia Nunziata, Enzo Battarra.

Nelle foto, alcune delle opere in mostra
Orario visite: venerd/sabato/domenica 16/21. A richiesta su appuntamento