Non di solo calcio vive lo sport, direbbe qualcuno. Soprattutto a Napoli, terra di poeti, navigatori e sportivi di tante discipline. Rallegratevi, gente, il circolo Rari Nantes compie 110 anni di avventure sportive, tra medaglie olimpiche e scudetti conquistati. Per chi non lo conoscesse, ma è impossibile pensarlo, il circolo di cui stiamo parlando si trova in via Borgo Marinari n. 1 e da più di un secolo meraviglia e appassiona il popolo partenopeo con i suoi plurimi trofei. Nato nel 1905, sugli scogli ammassati tra via Partenope e via Nazario Sauro, Rari Nantes, cos ribattezzato solo nel 1926, avrebbe regalato a Napoli il suo primo scudetto in una disciplina di squadra.
All’epoca era poco più che una baracca di legno con «quatto stanze arrepezzate, nu bigliardo e nu salotto, ciento socie sfrantummate, vinte scoglie e o mare a sotto». Fiore all’occhiello di questa magnifica creatura fu da subito la pallanuoto. Con i colori biancocelesti la squadra vinse ben 5 scudetti a cavallo tra il 1939 e il 1950. Insieme alla Pallanuoto, gli altri sport in cui la Rari Nantes eccelleva erano Nuoto e Tuffi furono 50 i titoli italiani di nuoto e 20 i titoli nazionali di tuffi. Come non ricordare, tra i nuotatori più famosi, Carlo Pedersoli, al secolo Bud Spencer. La terrazza del Circolo, inoltre, per la sua strategica posizione “a pelo d’acqua” e i suoi stupendi salotti, costituirono a lungo il palcoscenico di serate mondane e incontri memorabili, a cui parteciparono, tra gli altri Fārūq I d’Egitto e il famosissimo Vittorio De Sica.

Dal 1 aprile di quest’anno “l’elegante chalet” si presenta nella sua nuova veste (foto) i colori biancocelesti indossati negli anni dai campioni hanno ispirato il resting dei saloni e del ristorante.
Sulla gloriosa terrazza sono arrivate le canoe di KayacNapoli, mentre il circolo ha aperto le porte a pesca sportiva, sci nautico e corsi di Yoga in terrazza.
Mare, sport e cultura del bienvivre sono le linee guida del nuovo corso del Rari Nantes che vede la passione e l’esperienza di quattro donne napoletane Antonella Di Pietro, Esmeralda Vetromile, Paola Schiavi Tessitore e Antonella Izzo, che hanno pensato al luogo come un club per tutti, una possibile evasione dallo stress quotidiano.

Il circolo inoltre sta portando avanti progetti sociali sempre legati al mare, adoperandosi per realizzare un campo di pallanuoto da affidare in uso ai bambini di Santa Lucia.

Sottoposti a resting anche la cucina, grazie alla la consulenza dello chef Alfonso Montefusco. Per festeggiare questo straordinario compleanno, da met  maggio la terrazza sar  protagonista con “Un tramonto…per aperitivo” e cucina a “bordo mare”, Dj set e concerti per pianoforte. Dall’interno, l’atmosfera è quella di una bella casa di una volta, con mobili e specchi, credenze e poltrone vintage sui tavoli rivivono piatti recuperati in piccoli negozi pieni di storie, vecchi bicchieri di cristallo e di vetro lavorati per ricordare la consistenza delle cose di un tempo.

Per saperne di più
circolo Rari Nantes

Borgo Marinari,1
tel. 081 7646584
www.rarinantes.it