La letteratura entra a Capodimonte. Con scrittori  napoletani e  una  giornalista che  modera davvero, senza schiacciare il protagonista, come capita a  molti coordinatori. Anna Petrazzuolo, con gentilezza e professionalità, dialoga con l’autore, spalleggiandolo, seguendo la linea del suo  discorso, spingendolo ad ampliarlo.
E’ accaduto anche  domenica scorsa, con Salvatore Striano, ex detenuto, ora attore di successo (Gomorra, Cesare deve morire, l’oro di Scampia) e anche  scrittore. Nel secondo appuntamento del ciclo di incontri, inaugurati da Maurizio Ponticello con “Un giorno a Napoli con San Gennaro”, Striano ha parlato della sua esperienza nel carcere di Rebibbia, di come  proprio lì abbia incontrato Shakespeare e siano  nate le pagine del romanzo biografico “La tempesta di Sasà” (Chiarelettere). Si è parlato di quel palcoscenico  dove  chi, abituato a marciare  tra i sentieri dell’illegalità, si è  sentito finalmente se stesso, esprimendo la propria creatività, disintossicandosi dal veleno camorrista.
Di crimini si discuterà anche  domenica prossima, 27 novembre,alle 10,45,  ma su altre sponde leterarie. Quelle del Commissario Ricciardi creato dalla penna di Maurizio de Giovanni. Sarà “Una serenata senza nome” (Einaudi Stile Libero) condotta a due  voci, in una Napoli, quella di de Giovanni, turbata da una  pioggia incessante e da sentimenti inquieti.
L’atmosfera un po’ fosca si intreccia  con la vicenda di Vinnie Sannino, emigrato in America,  diventato campione mondiale di pugilato nella categoria dei mediomassimi, tornato a Napoli , alla ricerca di Cettina,  amore perduto, mai dimenticato. La ritrova  vedova di un  ricco  commerciante assassinato…
Anche  questa volta, siamo certi, il garbo della moderatrice renderà piacevole un’insolita passeggiata letteraria nel magnifico museo di Napoli, scrigno di tesori artistici  antichi e contemporanei.

 

Per saperne di più

Daniela Petrone

promozione.capodimonte@beniculturali.it

 

Per raggiungere il Museo di Capodimonte:
Navetta Shuttle da Piazza Trieste e Trento ( Teatro San Carlo)
Fermate a richiesta lungo il percorso
Tariffe da 1.50 euro per singola tratta per i napoletani e da 5 euro per i turisti