Padre e figlia insieme per un recital d’eccezione. mercoled 24 febbraio alle 21 nell’Auditorium di Castel Sant’Elmo la Associazione Alessandro Scarlatti ospita il violoncellista Mischa Maisky con la giovane Lily (classe 1987) al pianoforte.Presenterannopresenter  un denso programma dai primissimi esempi di sonata di un geniale pioniere della musica quale fu Johann Sebastian Bach, con la Sonata in sol minore BWV 1029, ai capolavori del repertorio romantico con Schubert, Schumann e Brahms. Se da un lato si attraversano in ordine cronologico secoli e stili diversi, dall’altro il tardo romanticismo attinge, per il suo sviluppo, proprio alle lontane radici barocche Brahms ritorna a Bach chiudendo, cos, il cerchio.

Mischa Maisky è da molti anni uno dei personaggi più originali e conosciuti sulla scena concertistica internazionale, violoncellista tra i più grandi al mondo, nato a Riga (in Lettonia) ma praticamente cittadino del mondo, come ama ricordare scherzando «Suono un violoncello italiano, con archetti francesi e tedeschi, corde austriache e tedesche, mia figlia è nata in Francia, mio figlio maggiore in Belgio, il terzo in Italia e il più piccolo in Svizzera. Guido un’ auto giapponese, indosso un orologio svizzero, una collana indiana e mi sento a casa ovunque ci siano persone che amano la musica classica».
Lily sar  per la prima volta a Napoli«Mentre mia madre Kay- spiega- si è presa cura dei miei studi spingendomi ad alzarmi alle sei del mattino per esercitarmi prima di andare a scuola, la figura di mio padre e il suo ruolo nel mondo musicale hanno ispirato la mia motivazione a trovare il mio posto in questo mondo».

Biglietti intero 15 euro; ridotto giovani ( under 33) 10 euro; last minute 3 euro (under 33) in vendita un’ora prima del concerto.
Per informazioni
www.associazionescarlatti.it
info@associazionescarlatti.it

tel. 081406011
Nella foto, Mischa e Lily